/ Altre notizie

Altre notizie | 26 marzo 2020, 18:00

Come si cucina la “merda de can”? Sul web lezioni di nizzardo

Il sito del mensile Lou Sourgentin propo0ne ogni giorno una lezione di nizzardo. Anche le ricette. Oggi tocca ai gustosi gnocchi con un invito: “Estès en maioun, sauvas de vida”, state a casa, salvatevi la vita

un piatto di "merda de can", i gnocchi nizzardi

un piatto di "merda de can", i gnocchi nizzardi

L’invito all’inizio di ogni lezione è sempre lo stesso: “Estès en maioun, sauvas de vida”, state a casa, salvatevi la vita.

La novità, in queste giornate nelle quali la fantasia sul web supera ogni realtà, è quella di imparare, tranquillamente da casa, davanti al computer, il nizzardo.
Sono già avanti con le lezioni, ma sono tutte in rete e quindi anche i ritardatari possono rimediare.

L’iniziativa è di un mensile nizzardo, Lou Sourgentin, che attraverso la propria pagina su Facebook divulga la lingua nizzarda, in modo sistematico, ma anche curioso.

Brevi lezioni, descrizione di termini o frasi particolari e poi anche qualche lezione di cucina.

Ad esempio la preparazione della “merda de can”, degli squisiti gnocchi che rappresentano uno dei piatti tipici della cucina dell’estremo Sud Est francese.

Questa la ricetta in lingua nizzarda: “Soun fachi mé de blèa lavadi à tres aiga e tout just blanchidi, ben secadi e chapouladi. Vi cau 300 g de blèa cuècha per 300 g de tantifla, 3 jaune d'òu, 3 culhera à soupa d'òli e 300 g de farina. Fès couma per lu gnoc mà noun faire de caneladura. Pilhas aquelu pichin moucèu de pasta en fourma de boudin de la valour d'un det e fès-li passà d'un gest rapide tra li pauma dei man per li dounà una fourma de "merda de can".
Mema cuècha e meme coundimen que per lu gnoc.

Les merda de can
Sono fatti con bietole lavate in tre acque, appena sbiancate, ben drenate e tritate. Utilizzare 300 g di bietola cotta, 300 g di patate, 3 tuorli d'uovo, 3 cucchiai di olio e 300 g di farina. Procedere come per gli gnocchi ma senza fare le scanalature. Formare piccoli pezzi di pasta delle dimensioni di un dito e farli scorrere con un rapido movimento tra i due palmi delle mani per dare loro una forma di "merda di cane".
Stessa cottura e condimento degli gnocchi.

Questo e tanto altro sulla pagina di Facebook di Lou Sourgentin… tempo ne abbiamo. “Baieta” (baci in nizzardo)


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium