/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| lunedì 17 luglio 2017, 12:05

I pompieri al servizio dei bagnanti: sono 40 i posti di soccorso nelle spiagge pubbliche e 124 i sapeurs-pompiers impegnati

Un importante servizio che costa un milione di euro al Dipartimento delle Alpi Marittime, ma che rappresenta un valore aggiunto per le spiagge targate “06”.

Sapeurs-pompiers sulle spiagge del litorale

Sono 40 i posti di soccorso lungo il litorale delle Alpi Marittime nei quali si alternano 124 pompieri, pronti ad assistere i bagnanti in difficoltà.

Un impegno costante ed importante che rende le spiagge pubbliche della Costa Azzurra ancora più interessanti, non solo perché gratuite, ampie, dotate di acqua e di docce e, alcune, anche di servizi igienici, ma soprattutto per la sicurezza che la presenza dei sapeurs-pompiers infonde nei bagnanti.

Non si limitano, oltre tutto,ad assistere i bagnanti in difficoltà in acqua, ma soccorrono quanti fanno “spiacevoli incontri” con le meduse o sono vittime di punture di insetti, aiutano i bambini che si sono fatti male giocando e danno assistenza alle persone anziane o handicappate.

Un importante servizio che costa un milione di euro al Dipartimento delle Alpi Marittime, ma che rappresenta un valore aggiunto per le spiagge targate “06”. Anche dal mare, in ogni caso, possono giungere i soccorsi: sempre da parte dei pompieri che percorrono la costa con un gommone o dei piccoli battelli.

A fine stagione si tireranno le somme, ma, stando alle cronache dei giornali, già in questa prima parte dell’estate la loro azione è stata importante e non sono stati pochi gli interventi che sono serviti a tirare fuori dai guai i bagnanti in difficoltà, alcuni anche salvando loro la vita grazie alla tempestività e professionalità dei pompieri, che sono, in maggioranza, giovanissimi.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore