/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| giovedì 31 agosto 2017, 07:00

Oggi Catherine, la “talpa” che ha scavato la Ligne 2 del tram, rivedrà la luce

Partita da Ségurane il 15 marzo 2016 ha realizzato un tunnel di 3, 2 chilometri nel sottosuolo di Nizza, superando anche il Paillon

L'area della futura stazione di Grosso CUM alla vigilia dell'uscita della "talpa"

Oggi è il gran giorno: partita da Ségurane, nei pressi di  Place Garibaldi il 15 marzo 2016, Catherine, la talpa che, al ritmo di sette metri il giorno, ha scavato per 3,2 km il sottosuolo di Nizza, dopo aver superato il Paillon, aver vissuto qualche vicissitudine tra Boulevard Victor Hugo e Rue de France, rivedrà la luce.

L’appuntamento col il cielo (secondo le previsioni a quell’ora dovrebbe anche esserci qualche raggio di sole) è per le 18,30 di questo pomeriggio.

In Rue de France alla stazione di Grosso /CUM è tutto pronto per accogliere il “tunnelier” e per chiudere una fase dei lavori di realizzazione della Ligne 2 del tram, quella destinata ad unire l’aeroporto con il porto attraversando il centro cittadino ed intersecando la Ligne 1, quella che già attualmente è in  funzione, alle stazioni di Médecin (nei pressi di Nice Etoile) e di Ségurane.

Tutto ha avuto inizio il 15 marzo 2016: diciassette mesi per scavare poco più di 3 chilometri, evitando al centro cittadino di vivere i problemi e le difficoltà che dei lavori i superficie sicuramente avrebbero creato.

Una cerimonia è stata organizzata per le 18,30 di questo pomeriggio all’altezza del numero 144 di Rue de France: sarà presente il sindaco di Nizza Christian Estrosi.

Nelle foto che pubblichiamo a corredo di questo articolo come si presentava, mercoledì 30 agosto, l’area alla vigilia dell’uscita del tunnelier e gli ultimi lavori per consentire alla talpa di venire sollevata per essere trasportata altrove, a scavare un nuovo tunnel.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore