/ Altre notizie

Che tempo fa

Cerca nel web

Altre notizie | venerdì 12 gennaio 2018, 07:00

“Destination Méridia”: una commissione ha scelto progetto e impresa

Altro passo in avanti per il grande quartiere della Plaine du Var a Nizza: entro marzo la firma del contratto

Nice Meridia

Altro passo in avanti per il grande quartiere che andrà a sorgere all’Ovest di Nizza, lungo la Plaine du Var. L’impresa individuata per la realizzazione del macro lotto “Destination Méridia” è la Pitch Promotion – Eiffage Immobilier, con Lambert Lénack come architetto coordinatore.

Si tratta di un mega intervento, il cui impianto progettuale è inserito al fondo di questo articolo, destinato non solo a cambiare aspetto alla Plaine du Var, ma anche a segnare una tappa nell’architettura del XXI° secolo con l’ambiente ed il paesaggio destinati a giocare un ruolo decisivo.

Il progetto interesserà una superficie di 73mila metri quadrati ed è stato scelto da una commissione della quale facevano parte architetti e urbanisti di fama internazionale come il portoghese Eduardo Souto De Moura (Prix Pritzker 2011) e lo spagnolo Josep Lluis Matéo oltre ad altre personalità qualificate tra le quali Jean Jacques Aillagon.

Nelle intenzioni dell’amministrazione della Métropole Nice Côte d’Azur e dei progettisti dovrà nascere un quartiere fruibile 7 giorni su 7 con grandi spazi riservati alla cultura e ad aree comuni che costituiranno una rottura sociale ed urbanistica con l’attuale visione del quartiere periferico, destinato a spopolarsi in determinate ore o giornate.

Il cronoprogramma prevede  

  • Nel primo trimestre 2018 la sottoscrizione del compromesso di vendita e la designazione ufficiale dell’impresa aggiudicataria;
  • Nel secondo trimestre 2018 il deposito del permesso di costruzione;
  • A partire dal 2020 le prime attività;
  • Nel 2024 il compimento progettuale.

Entusiastica la dichiarazione di Christian Estrosi, sindaco di Nizza: “Il progetto Joia Meridia è stato scelto per le sue qualità urbanistiche, architettoniche, ambientali, paesaggistiche e programmatiche. Riecheggerà la tradizionale città mediterranea in termini di layout e circolazione. Ad esempio, ci sarà una piazza centrale: sarà un posto vivace 7 giorni a settimana, in contrapposizione alle aree periferiche come sono state progettate in altri momenti. Destinazione Méridia sarà l’emblema della città di domani, un quartiere vivo tutto il giorno nel quale l'urbanistica, l'architettura del XXI secolo e il paesaggio svolgeranno pienamente il loro ruolo per una migliore qualità della vita”    

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore