/ Altre notizie

Che tempo fa

Rubriche

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Altre notizie | mercoledì 09 marzo 2016, 14:00

Due appuntamenti a Ventimiglia per ricordare il massacro di Aigues-Mortes

Basandosi sulle ricerche storiche di Enzo Barnabà, “CLORURO DI ODIO”, scritto e diretto da Jean-Pierre Jouglet, ricostruisce il clima di odio razziale che preparò e giustificò il massacro e propone una riflessione sulle inquietanti analogie col presente

1.      Giovedì 10 ore 17,30 presso le  Biblioteca Aprosiana di Ventimiglia, Enzo Barnabà autore di Aigues-Mortes, il massacro degli italiani, Ed. Infinito, 2015 e di Mort aux Italiens! Le massacre d’Aigues-Mortes », Ed. Editalie, 2012, ricostruisce, anche mediante immagini dell’epoca, il massacro avvenuto ad Aigues-Mortes il 17 agosto 1893. Jean-Pierre Jouglet, Pierre Lucat e Paolo Cipriano, rispettivamente autore e regista, attore protagonista e musicista, illustrano lo spettacolo Cloruro di Odio, Requiem pour Aigues-Mortes che sarà dato – in lingua italiana- il giorno successivo al Teatro Comunale. Pierre Lucat ha, tra l’altro, interpretato il ruolo  di Louison Bobet nello sceneggiato televisivo dedicato a Bartali e quello di Celestino Meroni, il fratello di Gigi, nella “Farfalla granata”.

 

2.      Venerdì 11 marzo 2016, ore 21 - Teatro Comunale di Ventimiglia: CLORURO DI ODIO – REQUIEM PER AIGUES-MORTES. 17 agosto 1893. Una folla inferocita aggredisce gli operai italiani che lavorano nelle locali saline. Vengono uccisi dieci immigrati e ne vengono feriti un centinaio, tutti vittime innocenti della violenza xenofoba. Tra i feriti gravi, il ventimigliese Angelo Trucchi.

Basandosi sulle ricerche storiche di Enzo Barnabà, “CLORURO DI ODIO”, scritto e diretto da Jean-Pierre Jouglet, ricostruisce il clima di odio razziale che preparò e giustificò il massacro e propone una riflessione sulle inquietanti analogie col presente. La narrazione è affidata all’attore valdostano Pierre Lucat  (vedi foto di scena allegata). La colonna sonora, eseguita dal vivo dalla rock band torinese dei Supershock, assume un ruolo rilevante, accentuando e valorizzando il pathos delle azioni narrate dal testo. L’interazione tra questi due elementi è la trave portante di questo moderno Requiem. Un’opera franco italiana che vuole essere una vera e propria celebrazione laica che riesuma questa storia dalla sabbia del tempo e civilmente riconcilia la memoria storica dei due Paesi.

Biglietti: Intero € 10 – Ridotto  (7 €) per i soci Coop e delle associazioni partner.

Partner: Coop Liguria, ARCI, ANPI, Associazioni “Oltre il Cristallo” e “25 Aprile” - Prenotazioni: 0184/6183233

 

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore