/ Altre notizie

Che tempo fa

Rubriche

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Altre notizie | lunedì 18 gennaio 2016, 10:00

Il Monaco Collectif Humanitaire ha curato e sostenuto 272 bambini

Dalla partenza del progetto nel 2008 sono 272 i bambini essenzialmente del continente africano che sono stati operati a Monaco di patologie non curabili nel loro paese

Venerdì 15 gennaio i membri del Monaco Collectif Umanitario (associazioni, centri di cura, Croce Rossa monegasao e Governo principesco) si sono ritrovati per la loro riunione annua. Il bilancio del Collettivo è molto positivo. Dalla partenza del progetto nel 2008 sono 272 i bambini essenzialmente del continente africano che sono stati operati a Monaco di patologie non curabili nel loro paese.
nel 2015 sno stati 44 bambini,16 di più che nel 2014, ad essere operati a Monaco.
Questo è stato possibile grazie ai centri di cure partner, il Centro Cardio-toracico di Monaco, il Centro Ospedaliero Principesse Grace e l'istituto di Medicina e di Chirurgia Sportiva, le due strutture volontarie responsabili dell'accoglienza chirurgica, Incontri africani ed la Croce Rossa monegasca, oltre all'associazione Aviazione Senza Frontiere.
S.E. M. Philippe Narmino, vicepresidente del Croce Rossa monegasco, incaricati della gestione dei fondi del Collettivo, ha ricordato il totale delle donazioni per l'anno 2015 è stato di oltre 440.000 euro. Il Principe e la Principessa di Monaco sono i primi donatori. Si può citare anche tra i fedeli mecenati Children & Futura, lo Stavros Niarchos Foundation, l'associazione Pagani Elia, St Vincent di Paul ed il Governo Principesco.
Infine, il sostegno del calciatore Olivier Giroud, Ambasciatore del MCH, è stato ricordato,sopratutto per la campagna di crowdfunding #SaveNato organizzata in dicembre 2015.

pr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore