/ Altre notizie

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Altre notizie | giovedì 18 febbraio 2016, 13:00

Ventimiglia: visita privata del Principe Alberto di Monaco al Centro assistenza migranti (Video)

Prefetto: "Un centinaio i migranti ma nessun bambino per ora, i respingimenti avvengono con regolarità ma senza nessuna particolare criticità".

E’ arrivato poco dopo le dieci questa mattina S.A.S. Alberto di Monaco al centro migranti nei pressi della stazione della città di frontiera. Si è trattato certamente di una visita privata e il Principe, nel ruolo di Presidente della Croix Rouge monegasca ha fatto il suo ingresso nel centro scortato e accompagnato dalla moglie Charlene. Con lui il primo cittadino Enrico Ioculano, alcuni membri della giunta, il Prefetto di Imperia Silvana Tizzano e il Presidente della Croce Rossa Vincenzo Palmero.

Per circa un’ora il Principe si è intrattenuto con i volontari e anche con alcuni migranti prendendo atto della situazione e delle condizioni di accoglienza. Tutte le autorità hanno preso atto del gesto come forte segnale di vicinanza e di solidarietà. Al termine della visita si è complimentato con tutti i volontari di Croce Rossa con cui ha fatto alcuni scatti prima di ripartire verso il Principato.

Il Presidente di Croce Rossa Vincenzo Palmero, insignito recentemente della medaglia d’oro proprio da Sua Altezza, ha spiegato come questi eventi rientrino nella collaborazione che si è consolidata in tutti questi tra la Croce Rossa e la Croix Rouge di Monaco, uno di questi si svolge annualmente in occasione del Grand Prix. Palmero ha fatto sapere che, proprio per celebrare i 30 anni di questo ‘gemellaggio’, il Principe potrebbe tornare in visita nei prossimi mesi nella sede di CRI di Bordighera dove si svolgeranno i festeggiamenti.

Sono un centinaio i migranti presenti tutt’ora nel centro ma nessun bambino – ha confermato il Prefetto Silvana Tizzano – respingimenti avvengono con regolarità ma per ora non ci sono particolari criticità d’altronde la normativa è questa e noi cerchiamo di gestirla al meglio”.

Per l’occasione hanno voluto ribadire ancora una volta il loro disagio i residenti della zona appendendo alcuni striscioni di protesta: “Hanno tutte le ragioni – ha commentato il Sindaco Enrico Ioculano – la volontà di trovare soluzioni alternative c’è anche da parte della Prefettura, purtroppo i nostri poteri, come Amministrazione, sono limitati. Si tratta di un discorso complesso che va affrontato”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore