/ Eventi

Che tempo fa

Rubriche

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Eventi | giovedì 28 gennaio 2016, 07:10

Al via gli incontri presso le scuole promossi dal Festival Printemps des Arts di Monte-Carlo

Le masterclass si terranno il 2 aprile (10.00-13.00) e il 6 aprile (14.00-17.00) presso l’Académie de Musique Rainier III tenute rispettivamente dal pianista Roger Muraro e dal clavicembalista Andreas Staier

Il Festival Printemps des Arts di Monte-Carlo apre le porte alle scuole italiane, rivolgendosi in particolare a quelle limitrofe della Riviera di Ponente. L’intento è quello di promuovere il festival come realtà produttiva e culturale rivolta agli studenti e al contempo di incrementare il numero di giovani che si appassionano alla musica e al teatro.

Incontri e interventi musicali, pensati per le scuole medie inferiori e superiori di Ventimiglia, Bordighera, Sanremo e Imperia, verranno realizzati nel mese di febbraio a preludio del festival.

Il Printemps des Arts, giunto alla trentaduesima edizione, è una delle più importanti manifestazioni culturali europee incentrata sulla musica con una significativa apertura al teatro e alla danza.

L’edizione 2016, in programma dal 19 marzo al 10 aprile in sale da concerti e luoghi non convenzionali del Principato di Monaco e Monte-Carlo e della Costa Azzurra riserva grande spazio ad una delle voci più significative del decadentismo tardo-romantico, il compositore e direttore d’orchestra Gustav Mahler, il cui ritratto, spalmato nelle quattro settimane del festival, è scandito dall’esecuzione dei Lieder e di 8 sinfonie affidate a quattro grandi orchestre tedesche, riunite per la prima volta a Monaco - Bamberger Symphoniker, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, NDR Radiophilharmonie, Radio-Sinfonieorchester Stuttgart des SWR - e all’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo diretta da Gianluigi Gelmetti, Daniel Harding e Kazuki Yamada. Inoltre, per tutta la durata del festival, sarà possibile visitare all’Auditorium Rainier III una mostra dedicata al maestro austriaco proveniente dalla Mediateca musicale Mahler di Parigi. Alla musica da camera è dedicato un ciclo di appuntamenti che vedrà l’esibizione di alcuni dei migliori quartetti del panorama europeo come Diotima, Tana e Signum, mentre la ‘finestra’ sulla musica etnica prevede musiche e danze bretoni. Con la sezione “La musica al tempo del Re Sole” si passa al fasto e alla grandiosità della musica barocca francese di Couperin e Lully e al virtuosismo della produzione clavicembalistica di matrice tedesca affidata allo specialista Andreas Staier. La Nuit du piano vede l’esibizione di due virtuosi della tastiera, l’austriaco Till Fellner e il russo Arcadi Volodos.

Parallelamente alla programmazione dei concerti scorre l’azione formativa e didattica promossa dal festival scandita da tavole rotonde, masterclass, e incontri che coinvolgono musicologi, produttori discografici e artisti e concerti – “caravan musicale” - in città vicine al Principato a preludio e durante il festival.

Le masterclass si terranno il 2 aprile (10.00-13.00) e il 6 aprile (14.00-17.00) presso l’Académie de Musique Rainier III tenute rispettivamente dal pianista Roger Muraro e dal clavicembalista Andreas Staier (ingresso libero fino ad esaurimento posti). Il workshop IANNIX finalizzato a presentare un nuovo strumento informatico che associa la musica elettronica alle immagini si terrà dal 24 al 28 marzo.

Per informazioni: printempsdesarts.mc

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore