/ Eventi

Che tempo fa

Rubriche

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 23 marzo 2016, 14:00

Notre Dame des Fontaines: la piccola Cappella Sistina in Valle Roja

In Valle Roya a La Brigue si trova questo gioiellino che ancora oggi è meta di pellegrinaggi

Passato il tunnel e percorsi pochi  chilometri dopo Tende si trova il bivio che porta a La Brigue e da lì il breve sentiero nel bosco che arriva al santuario di Notre Dame des Fontaines.

Il santuario nacque da una precedente capella datata circa nel 1300, inoltre, prima della costituzione del Colle di Tenda era una tappa obbligatoria dei pellegrini diretti a santiago de Compostela lungo l’omonimo cammino. Secondo una leggenda diffusa tra gli abitanti di Briga, il santuario venne costruito dopo che un terremoto aveva prosciugato le riserve idriche degli abitanti, che decisero di erigere un santuario per avere l'acqua per coltivare i campi. Costruito il santuario l'acqua ritornò.

Osservando l’esterno della chiesa non si può prevedere cosa si troverà all’interno. Un’eccezionale insieme di affreschi che non hanno nulla da invidiare, nel loro piccolo, alla famosa Capppella Sistina. La cappella è ancora luogo di pellegrinaggi tra le genti occitane della zona. Essa costituisca un vero e proprio catechismo per immagini sottolineato dalle iscrizioni in latino ad uso del clero.

Gli affreschi  che avvolgono l’interno dl santuario sono del piemontese Giovanni Canavesio religioso e pittore, e furono completati il giorno della scoperta dell’America  il 12 ottobre 1492 . Sulle pareti laterali è raffigurata la Passione del Signore. A destra Gesù davanti a Pilato, a sinistra l’allucinante Giuda Iscariota e la rappresentazione tumultuosa della Crocifissione
Nell'abside ci sono scene evocanti la vita di Maria, gli evangelisti e San Tommaso, nel lato opposto all'abside si può ammirare il grande affresco del Giudizio Universale.

Nel passaggio di Briga Marittima alla Francia nel 1947 il santuario passò dalla diocesi di Cuneo alla diocesi di Nizza, ma si trova davvero a pochi chilometri dalla provincia Granda.

Chissa quante volte sulla strada per il mare o la motagna abbiamo notato quel cartello sul bivio per La Brigue e chissà perchè, presi forse dalla fretta di arrviare alla meta, non ci siamo mai soffermati a curiosare. Merita davvero fare una piccola deviazione per scoprire questo, come tanti altri, gioiellini di casa nostra. Si dice che tutte le strade portino a Roma, la strada della valle Roya, però, può portare ad una piccola ma altrettanto meravigliosa "Cappella Sistina".

Barbara Pasqua

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore