/ Monaco

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Monaco | mercoledì 02 marzo 2016, 07:37

Montecarlo: dal 1° al 6 marzo al via la tredicesima edizione del Film Festival de la Comédie

Una giuria d'eccezione che vede come presidente Gabriele Muccino, affiancato da artisti di livello internazionale, come Robert Davi, Barmaq Akram e Vincent Le Leurch.

“Vorrei iniziare questa conferenza dicendo qualcosa che mi arriva dal profondo del cuore. Siamo arrivati alla 13^ edizione di un festival più unico che raro: non esiste al mondo un altro festival dedicato alla commedia. In 13 anni questa manifestazione è riuscita a fare dei piccoli grandi miracoli. Chi segue il cinema sa che in passato era impossbile portare una commedia ad un festival cinematografico” così esordisce Ezio Greggio nel presentare la 13esima edizione del “Monte Carlo Film Festival de la Comédie”, manifestazione nata e ideata dall'attore italiano.

“Assieme a Mario Monicelli abbiamo iniziato a costruire un piccola chiesa ed oggi, giunti alla 13 edizione, possiamo dire di aver costruito una cattedrale”, prosegue Greggio.

Un parterre d'eccezione quello composto dalla giuria. Dal Presidente, il regista pluripremiato Gabriele Muccino, a Robert Davi, attore e produttore americano, a Barmaq Akram regista Afgano vincitore del Sundance Festival e primo regista a girare un film nel suo Paese, a Vincent Le Leurch, giornalista di “Le Film Francaise “.

Alla giuria internazionale quest'anno verrà anche affiancato il voto del pubblico, che secondo Ezio Greggio, rappresenta una parte imprescindibile nel decretare il successo di un film.

La commedia è un genere particolare, a cui spesso non viene data la giusta importanza nel panorama cinematografico, ma se si pensa che, solo nello scorso anno, sono state prodotte ben 350 film-commedia, ciò è sufficiente a far comprendere la portata di questa categoria. Lo stesso Greggio ammette che “far ridere, è molto più difficile che far piangere”.

Un fuori programma sarà rappresentato dal docu-film su Jean Paul Belmondo, voluto proprio dal figlio, che rappresenta un omaggio speciale ad uno degli attori più amati di tutti i tempi, in Francia e in tutto il mondo. Fu proprio l'incontro casuale con Belmondo a Parigi, impeganto a girare alcune scene di un film, a far scattare la scintilla in Ezio Greggio, su un possibile futuro da attore.

Dal 1° al 6 marzo Montecarlo si vestirà di commedia e non mancheranno ospiti speciali come Ariadna Romero, che accompagnerà Greggio nella presentazione, sul palco, Cristiana Capotondi, Madalina Ghenea, Billy Zane (il cattivo di Titanic) e due premi oscar come Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo. Durante la manifestazione saranno consegnati due speciali premi alla carriera: a Claude Bresson e a Claudia Cardinale, impegnata in una particolare commedia, assieme a Raoul Bova e alla Sarah Jessica Parker di Sex and the City.

Un Festival ricco di sorprese, nomi celebri e sicuramente tanta commedia.

Stefania Orengo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore