/ Sport

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Sport | giovedì 04 febbraio 2016, 07:00

Cal Crutchlow e la sua LRC Honda costanti e veloci nei test di Sepang

Purtroppo il meteo non è stato molto favorevole nell’ultima giornata in pista “rubando” diverso tempo utile ai piloti a causa dell’asfalto umido

Il primo test ufficiale della stagione 2016 si è concluso ieri sul tracciato di Sepang dopo tre giorni di lavoro intensi per tutti i Team ed i piloti della classe regina. Purtroppo il meteo non è stato molto favorevole nell’ultima giornata in pista “rubando” diverso tempo utile ai piloti a causa dell’asfalto umido.

Cal Crutchlow ha sfruttato al meglio la sua RCV quando la pista ha iniziato ad asciugarsi fermando il crono in 2’00.992 e prendendosi il 4° posto nella classifica. Il tempo segnato oggi risulta leggermente più alto rispetto al suo giro veloce di ieri ma il Britannico, a differenza di alcuni colleghi, non ha usato i pneumatici morbidi ma le gomme in configurazione gara. Nei tempi combinati dei 3 giorni di prove Malesi, Crutchlow chiude con un ottimo 6° posto complessivo e un sorriso stampato sul volto. Anche perchè il 30enne in sella alla Honda ha avuto modo di provare un’evoluzione del motore 2016 concessogli da HRC. I dati raccolti nelle ultime 72 ore saranno utili a Cal e al suo Team nei prossimi test a Phillip Island (17/18/19 Febbraio).

Cal Crutchlow #35 – 4° – 2’00.992 (6° complessivo, 2’00.899, 2° giorno)

“E’ stato un ultimo giorno abbastanza produttivo e siamo felici dei progressi fatti in questi test. Anche oggi ci siamo concentrati sull’elettronica e Honda è stata davvero generosa dandoci la possibilità di provare una nuova versione del motore. Non era proprio l’ultimissima versione ma una via di mezzo che mi è piaciuta molto. Abbiamo provato alcune cose mantenendo sempre lo stesso telaio e dando il nostro feeback agli ingegneri Honda. Non abbiamo mai spinto al limite perchè non aveva senso rischiare di cadere al primo test ed ora abbiamo una buona base sulla quale lavorare nei prossimi test in Australia. Anche stavolta la mia squadra ha lavorato benissimo e non vedo l’ora di tornare con loro al box a Phillip Island”.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore