SPORT | martedì 16 settembre 2014 04:54

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Ricerca

SPORT | venerdì 10 agosto 2012, 13:56

Christian Estrosi a tutto campo alla presentazione dell'OGC Nice

Condividi |  

Il sindaco Estrosi entusiasta del nuovo stadio, un esempio per tutte le città del mondo

Alla presentazione dell'OGC Nice non poteva mancare il sindaco della città, nonché presidente della Metropole Nice Cote d'Azur, Christian Estrosi. Il primo cittadino nizzardo ha dato il benvenuto ai presenti, soffermandosi inizialmente sull'aspetto sportivo:

«Questa sarà l'ultima stagione allo Stade du Ray: dovrà essere una stagione vissuta con passione ed entusiasmo. Sarà una nuova pagina della storia del Ray, della storia del Nizza perchè sarà la stagione di transizione verso il nuovo stadio.

Il Nizza ha una storia prestigiosa e quest'anno alla sua guida ci sarà un allenatore altrettanto prestigioso come Claude Puel. Per noi è una fierezza avere un allenatore come lui che ha allenato dei grandi club come Monaco, Lille e Lione. Il percorso di questo tecnico è un percorso fuori del comune, sia per la dimensione umana che per i risultati sportivi, nonché per le capacità nella gestione degli uomini, e nel mantenere un forte legame tra le varie componenti del club.

Far giocare i giovani usciti dal Centre de Formation vicino ai giocatori esperti ha sempre portato a grandi risultati e credo che anche il Nizza possa seguire questo solco tracciato da squadre che non avevano la migliore rosa sulla carta ma sono comunque riuscite ad affermarsi. Inoltre, vicino allo stadio faremo un nuovo centro di allenamento necessario per continuare la grande tradizione nizzarda nel settore giovanile».

In seguito, Estrosi si è soffermato a lungo sul nuovo impianto che ospiterà le partite del Nizza a partire dalla stagione 2013/2014:

«Dal prossimo anno potremo finalmente disporre un impianto di nuova generazione, tecnologico, ecologico. Un esempio per tutti sul piano ambientale, architettonico (è stato progettato in modo che le grida e gl incitamenti dei tifosi rimangano sul campo, senza disperdersi nell'aria)... Ha tutte le qualità richieste, non solo per il calcio ma anche per gli eventi (circa 200 all'anno) che potrà ospitare. Ci potranno essere sia grandi partite che grandi concerti, ad esempio degli U2 e di Elton John.

Certi investitori, sapendo che il Nizza giocherà in un nuovo stadio, stanno già cambiando il loro punto di vista verso questo club. Allianz, sponsor delle Olimpiadi, che ha dato anche il nome agli stadi di Monaco di Baviera e Sydney ha scelto Nizza, invece di Lille, Lione, Marsiglia e Montpellier!

Per tanti anni ho sentito che la vita pubblica di Nizza non era all'altezza di una grande città, che i grandi eventi venivano organizzati in altre città; oggi invece Allianz, come altre società che hanno aperto le loro sedi a Nizza, hanno contribuito a riaccendere i riflettori sulla nostra città».

Quindi, il primo cittadino ha chiuso con i ringraziamenti e gli auguri di rito:

«Infine, voglio ringraziare tutte le componenti dell'OGC Nice, e salutare tutti i gruppi di supporters, invitandoli a darmi le loro personali indicazioni per dare un nome alle tribune del nuovo stadio. Auguro a tutti una buona stagione 2012/2013: sono convinto che sarà una buona stagione, in cui non soffriremo fino all'ultima giornata come negli ultimi due campionati».

Mattia Rossi

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore