/ Sport

Che tempo fa

Rubriche

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Sport | giovedì 10 marzo 2016, 09:00

Lucio Cecchinello da Monaco al primo Convegno Nazionale dedicato all’industria motociclistica in Italia

Nel corso dell’evento, denominato “La Capitale dell’Automobile / Moto” (in virtù del format d’origine dedicato al mondo dell’auto), sono stati esaminati dati, analisi di mercato, comportamenti, tendenze, necessità dell’utente di oggi e del domani

Lo scorso Venerdì 4 Marzo si è tenuto a Roma il primo Convegno Nazionale dedicato all’industria motociclistica in Italia.

Un evento promosso e patrocinato da Agos (sponsor ufficiale del Team LCR), azienda del gruppo francese Crédit Agricole, leader in Italia nel credito al consumo (con una forte attività legata proprio al mondo delle due ruote), ed organizzato dal Professor Del Viscovo (docente universitario della prestigiosa Luiss).

La manifestazione ha coinvolto una platea di operatori estremamente qualificata composta in primis dal Vice Direttore Generale e Direttore Commerciale di Agos Dott. Luigi Senesi (ideatore dell’evento), rappresentanti di diverse case costruttrici, assicurazioni, concessionari nonché dalla presenza d’eccezione del Direttore Generale dell’ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo e Motociclo Accessori) Pierfrancesco Caliari, del Capo della Polizia Stradale il Dott. Giuseppe Bisogno, dai dirigenti di Honda Europa Vito Cicchetti, Piaggio, Aprilia e Moto Guzzi Maurizio Carletti e di Triumph Christophe Couet.

Nel corso dell’evento, denominato “La Capitale dell’Automobile / Moto” (in virtù del format d’origine dedicato al mondo dell’auto), sono stati esaminati dati, analisi di mercato, comportamenti, tendenze, necessità dell’utente di oggi e del domani.

Lucio Cecchinello (Team Principal): “Un evento straordinario, mai realizzato prima d’ora, che ha coinvolto professionisti nazionali e internazionali di altissimo livello. Sono estremamente onorato di aver partecipato sia come spettatore che come relatore.

Il mondo delle due ruote aveva bisogno di un’occasione simile per capire meglio il proprio stato di salute e come affrontare le nuove sfide che il mercato imporrà negli anni a venire.

La mia attività di Team Manager legata alla Honda è, e spero sarà ancora a lungo, la mia attività principale. Eventi come questo mi fanno capire sempre di più quanto il nostro lavoro quotidiano in pista possa essere utile all’industria motociclistica, sia dal punto di vista motivazionale, sia per quel che riguarda la sicurezza e l’ambiente.

Eventi come questo non fanno altro che accelerare la volontà di tutti coloro che, come me, amano la moto e sono felici di poter contribuire alla ripresa di questa straordinaria industria”.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore