/ Sport

Che tempo fa

Rubriche

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Sport | sabato 23 gennaio 2016, 18:50

Robert Kubica costretto allo stop al Rally Monte Carlo dopo un inizio promettente

In vista del prossimo round del campionato del mondo previsto in Svezia tra solo due settimane, i programmi di Kubica devono ancora essere confermati e non è quindi ancora chiaro se farà o meno altre apparizioni con BRC Racing Team

L'asso polacco Robert Kubica è stato costretto al ritiro dal famoso Rally di Monte-Carlo a causa di una curva ghiacciata. L’incidente è avvenuto il venerdì mattina, dopo sei chilometri della terza prova speciale.

La Ford Fiesta WRC di Kubica, gestita dal BRC Racing Team di Cherasco, è scivolata su una lastra di ghiaccio, uscendo fuori strada. E' stata poi urtata da un altro concorrente che l’ha spinta e danneggiata ulteriormente. Nessuno è rimasto ferito, ma l'incidente ha fatto sì che la gara di Kubica finisse prima del previsto. La curva, nota per essere infida, ha tradito diversi altri equipaggi, sorpresi dall'improvviso cambiamento di aderenza.

"Siamo usciti in un tratto ghiacciato", ha detto Kubica, al suo debutto con BRC. "E' estremamente deludente perché abbiamo faticato molto per essere qui. Prima di arrivare sul ghiaccio la strada era asciutta. Dopo due curve sul tratto gelato la sensazione era abbastanza buona. Poi siamo arrivati nella curva a destra e ho preso il controllo della vettura. L'anti-lag ci ha spinto e purtroppo siamo scivolati fuori strada urtando un albero con l'anteriore sinistro. In seguito è sopraggiunto Elfyn Evans, uscito anche lui largo, che è carambolato sulla nostra auto, spingendola e danneggiandola oltre modo".

L'auto è stata riportata nel parco assistenza nella tarda sera del venerdì, dove gli ingegneri e i meccanici del team hanno constatato che il danno era troppo esteso per essere riparato nei tempi previsti dal regolamento.

Fino al momento dell'uscita, Kubica è stato autore di un inizio molto promettente. Ottavo tempo in entrambe le speciali notturne del giovedì, stava cercando di risalire la classifica. Il polacco ha infatti un record stellare sulle strade insidiose e variabili del Monte-Carlo, dove in passato ha vinto diverse prove ed occupato la testa della classifica.

Dopo i successi ottenuti nel Campionato Italiano Rally, con l'ex campione europeo Giandomenico Basso, il Monte Carlo rappresentava la gara di esordio per BRC Racing Team.

Il Team principal Massimiliano Fissore commenta: "Dobbiamo guardare i lati positivi, anche se non è sempre facile farlo in situazioni simili. In primo luogo, è stato un grande piacere lavorare con un pilota del calibro di Robert, ed il fatto che egli abbia scelto noi è un grande riconoscimento per la nostra squadra. La sua professionalità e dedizione sono state evidenti sin dal primo momento in cui si è messo in contatto con noi. In secondo luogo, per quanto breve, è stato un inizio di rally promettente ed è chiaro che Robert avrebbe potuto prendere punti importanti. Vorrei ringraziare i nostri ingegneri, i meccanici e tutto il personale, che in questo weekend (e non solo) hanno dimostrato di essere in grado di seguire una top car ai massimi livelli di questo sport”.

In vista del prossimo round del campionato del mondo previsto in Svezia tra solo due settimane, i programmi di Kubica devono ancora essere confermati e non è quindi ancora chiaro se farà o meno altre apparizioni con BRC Racing Team.

La BRC per contro, ha già confermato un rinnovato assalto al titolo del Campionato Italiano Rally, con l’ innovativa Ford Fiesta R5 a GPL. Il primo round della serie italiana, il Rally del Ciocco, è in programma il prossimo 20 marzo.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore