/ Eventi

Eventi | 12 giugno 2020, 18:00

“Bruit originaire”, una mostra tra il Museo della Preistoria di Terra Amata e la galleria contemporanea del MAMAC (Video)

La mostra è un invito a un viaggio indietro nel tempo, fin alle prime tracce dell'occupazione umana a Nizza 400.000 anni fa. Aperta fino al 26 luglio

Charlotte Pringuey-Cessac, Ligne (vidéo) – 2019 – © Photo Simone Simon / Charlotte Pringuey-Cessac

Charlotte Pringuey-Cessac, Ligne (vidéo) – 2019 – © Photo Simone Simon / Charlotte Pringuey-Cessac

Il Museo della Preistoria di Terra Amata e la galleria contemporanea del MAMAC propongono la mostra “Bruit originaire” di Charlotte Pringuey-Cessac. La mostra resterà aperta fino al 26 luglio 2020.

Bruit originaire è un invito a un viaggio indietro nel tempo, fin alle prime tracce dell'occupazione umana a Nizza 400.000 anni fa, dalla testimonianza delle pietre scolpite lasciate da questa comunità agli esperimenti condotti oggi dall'artista Charlotte Pringuey - Cess per evocare il ricordo delle vite passate.

 

La preistoria, gli strumenti e le metodologie dell'archeologia sono una fonte per il suo lavoro, un materiale col quale intreccia esperienze e storie, lasciandosi vagare tra scienza e licenza poetica, unendo le tracce lasciata dalla storia alla loro reinvenzione contemporanea.

Pensata come un percorso, la mostra a Nizza si svolge tra il Museo della Preistoria di Terra Amata, sito dell'attività dei primi uomini, e il MAMAC, attraverso la collina del castello dove, nel 2013, è stato scoperto un cimitero popolato di resti funerari risalenti al XII e al XIII secolo.

Questa passeggiata attraverso i secoli ruota attorno all'idea di un Bruit originaire (rumore originario), un'espressione presa in prestito dalla poetessa Rainer Maria Rilke.

Il Musée d’Art Moderne et d’Art Contemporain (MAMAC) si trova in Place Yves Klein e il Musée de Préhistoire de Terra Amata in Boulevard Carnot 25.



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium