/ Altre notizie

Altre notizie | 04 aprile 2020, 08:00

Da oggi Nizza si barrica contro l’epidemia

Ordinanze di Estrosi per vietare gli affitti turistici, le soste in hotel, monitorato il consumo di energia elettrica nelle residenze secondarie e creati filtri alle autostrade, stazioni e aeroporto

Christian Estrosi ha "barricato" Nizza contro il coronavirus

Christian Estrosi ha "barricato" Nizza contro il coronavirus

Nizza si barrica e cerca di impedire che il periodo pasquale si trasformi in un’occasione per la diffusione del coronavirus Covid 19.

Le misure adottate dal Sindaco sono di quelle draconiane e non lasciano nulla al caso. Christian Estrosi ha emesso un’ordinanza che tocca diversi punti.

Affitti stagionali tipo Airbnb e soggiorni in hotel
Sono vietate tutte le attività di affitto del tipo Airbnb (tranne per gli alloggi occupati per ragioni di confinamento) e le sistemazioni in hotel, per trascorrere le vacanze durante il periodo delle vacanze di Pasqua. Questo provvedimento è adottato in accordo con l’associazione degli albergatori. Christian Estrosi ha anche chiesto al Prefetto di estendere questo provvedimento con un decreto prefettizio a tutti i comuni della Métropole Nice Côte d’Azur.

Ipermercati
Chiusura degli ipermercati la domenica. Questo provvedimento è adottato per impedire ai centri di trasformarsi in luoghi di passeggio, è condiviso dai direttori dei principali ipermercati di Nizza: Leclerc Saint-Isidore, Carrefour Lingostière, Carrefour TNL.. Questo decreto non riguarda i supermercati di quartiere. Christian Estrosi ha anche chiesto al Prefetto di estendere questo provvedimento con un decreto prefettizio a tutti i comuni della Métropole Nice Côte d’Azur.

Erogazione energia elettrica e seconde case
Christian Estrosi ha si è rivolto alle autorità statali chiedendo che Enedis verifichi (monitorando il consumo di energia elettrica) che le seconde case non siano occupate durante il periodo pasquale, al fine di far rispettare il periodo di confinamento.

Controlli ai pedaggi e all’aeroporto
Christian Estrosi ha chiesto al Prefetto delle Alpi Marittime di rafforzare i controlli ai pedaggi e alle uscite dalle autostrade che danno accesso alla città di Nizza e alla Métropole, per evitare l'arrivo di persone dalla zona C (Montpellier, Parigi, Tolosa, Versailles e Créteil), le cui vacanze sono iniziate ieri sera e di incrementare i filtri alle uscite delle stazioni e dell'aeroporto.

 


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium