/ Ambiente

Ambiente | 23 aprile 2020, 18:00

Alla scoperta del Parc de la Grande Corniche (Video)

In attesa di poterlo fare di persona, un filmato del Dipartimento delle Alpi Marittime ci invita a scoprire uno dei patrimoni naturali della Costa Azzurra

Parc de la Grande Corniche

Parc de la Grande Corniche

Non potendolo fare di persona, è internet, con degli splendidi documentari, che c’invita a visitare i parchi naturali del Dipartimento delle Alpi Marittime.

Quello che Montecarlonews, con l’ausilio del Département des Alpes Maritimes, presenta oggi è il Parc de la Grande Corniche.

Il Parco naturale della Grande Corniche, che si estende sui comuni di Eze, La Trinité, La Turbie e Villefranche sur mer, e spazia dal Mont Leuze al Mont Bataille (712 ettari), offre una vista panoramica dal forte de la Révère, da cui si snoda una passeggiata a strapiombo sul litorale scosceso e presenta opere caratteristiche dell'architettura militare.

Questo parco rientra nel comprensorio del sito Natura 2000 "Corniches de la Riviera".

La presenza della campanella di Nizza, specie endemica italo-francese conferisce al sito una responsabilità mondiale. Si nota anche la presenza di specie animali d'interesse comunitario quali, il fillodattilo, il geotritone di Strinati, la Gortyna borelii, il ferro di cavallo minore.

Durante le passeggiate si scopriranno i siti de la Justice, la Revère et la Forna, un panorama mozzafiato. Ai piedi si estende la costa da Sanremo a Saint-Tropez e in lontananza, quando il mare si fonde con la linea dell'orizzonte, a volte si può scorgere Corsica.

Verso l’interno lo sguardo è focalizzato dalle cime blu o bianche del Mercantour, che si innalzano sopra i più morbidi rilievi delle Prealpi. La tabella di orientamento sarà un prezioso ausilio per dare un nome ai rilievi, alle città o ai villaggi.

Quest'area, privilegiata dalla sua posizione dominante e dalla mitezza del suo clima, è stata occupata dai popoli celtico-liguri che vi costruirono molte opere difensive. Gli scavi effettuati sul monte Bastide da ricercatori dell'Università di Nizza-Sophia Antipolis hanno confermato l'esistenza di un sito pre-romano e romano occupato dal 200 a.C. al III secolo d.C.

Accesso al parco
Dall'autostrada A8, uscire a La Turbie, quindi seguire la direzione di La Turbie e poi la strada dipartimentale (RD) 2564 per il Col d'Èze da dove inizia la Route de la Revère sulla destra e 500 metri più a destra, la strada per il Plateau de la Justice. Da Nizza, prendere la Grande Corniche route métropolitaine 2465 (RM) in direzione di La Turbie al Col d'Eze.
Fonte: guida del parco

Il Parco è situato nel territorio di Eze, La Trinité, La Turbie e Villefranche sur mer, attualmente chiuso a causa dell’epidemia di coronavirus, di norma osserva il seguente orario:

  • Dal 1° aprile al 31 ottobre: dalle 7 alle 20
  • Dal 1° novembre al 31 marzo: dalle 8 alle 18

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium