/ Politica

Politica | 03 maggio 2020, 19:00

Si riunisce il Consiglio Municipale di Nizza

Quasi tutto dedicato all’emergenza epidemia. In discussione anche il piano di rilancio per far fronte alla crisi economica

Consiglio Municipale di Nizza (immagine di archivio)

Consiglio Municipale di Nizza (immagine di archivio)

Domani, lunedì 4 maggio 2020 alle 8,30 si riunisce il Consiglio Municipale di Nizza: è la prima volta che l’Assemblea cittadina si ritrova dopo lo scoppio dell’epidemia e la sospensione del secondo turno delle municipali che avrebbero dovuto eleggere il nuovo Consiglio.
I lavori dell’assemblea municipale saranno trasmessi in diretta sul sito www.nice.fr

Il Consiglio Municipale sarà chiamato a deliberare su una serie di misure, molte già adottate, relative al settore della prevenzione (apertura dei drive test, fornitura di maschere al personale in prima linea e ai cittadini in generale, attivazione piattaforme telefoniche per il teleconsulto, ascolto, monitoraggio sanitario, test di screening per il personale municipale), sociale (screening del personale nelle case di cura, apertura di siti di accoglienza per senzatetto, distribuzione di alimenti per anziani, studenti, apertura di un servizio consegna di acquisti a domicilio per persone isolate), istruzione (apertura di asili nido e strutture per l'infanzia per il personale impegnato in prima linea), economia (pagamento dell'affitto per locali commerciali, esenzione diritti occupazione spazi pubblici, tasse sulla spiaggia, supporto per negozi locali), sicurezza e trasporti.

Sono inoltre inseriti all’ordine del giorno:

  • Sovvenzione di 3.300.000 euro al Centre Communal d'Action Sociale;
  • Sovvenzione di 222 mila euro a diverse associazioni impegnate sul sociale;
  • Aiuti alimentari alle persone oltre i 65 non tassabili;
  • Aiuti alle famiglie in precarietà con bambini da 0 a 12 anni;
  • Creazione di un fondo di 500 mila euro per venire incontro alle spese straordinarie sostenute da diverse associazioni territoriali:
  • Rinuncia all’affitto da parte di imprese e associazioni che occupano locali del Comune di Nizza;
  • Rinuncia alla riscossione del canone di occupazione spazi ed aree pubbliche per un importo stimato di 2.400.000 euro;
  • Gratifica eccezionale al personale comunale mobilitato durante l’emergenza per l’epidemia;
  • Gratuità dei parcheggi a partire dal 16 marzo;
  • Piano di rilancio per far fronte alla crisi economica;
  • Esonero dal pagamento delle spese (pasti compresi) per i bambini da 0 a 3 anni e da 3 a 12 anni, figli di persone impegnate in prima linea ad affrontare l’emergenza, nelle strutture comunali;
  • Partenariato col Crédit Agricole per il sostegno scolastico degli alunni;
  • Approvazione del conto esercizio 2019.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium