/ Ambiente

Ambiente | 11 maggio 2020, 19:00

Aumentano i pollini nell’aria: il bollettino settimanale

Attenzione soprattutto alle graminacee, mentre sta crescendo la presenza di pollini di ulivo e parietaria. I consigli del Réseau National de Surveillance Aérobiologique

Jardin Albert Ier Nizza

Jardin Albert Ier Nizza

A causa di Covid-19, molti siti di misurazione di pollini e fioriture sono stati chiusi, il bollettino emesso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.) si basa su quelli operativi, sulle segnalazioni dei medici sentinella e sulle previsioni meteo.

I pollini d'erba saranno presenti nell'aria, in notevole quantità, nei prossimi giorni con un alto rischio di allergia in molti dipartimenti tranne nel Nord del paese in cui il rischio di allergia sarà di medio livello. Solo il ritorno della pioggia può portare una tregua temporanea ai soggetti allergici.

I pollini di quercia e faggio stanno iniziando a perdere terreno con un rischio medio-basso di allergia. D'altra parte, il polline di platani e acetosella stanno aumentando in tutto il Paese, con un rischio di allergia che tende a passare da basso a medio. Pollini di parietaria (urticaceae) e ulivi sono presenti e stanno aumentando di potenza. Saranno in grado di infastidire chi soffre di allergie nell’area del Mediterraneo con un rischio medio-basso di allergia.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Graminacee Rischio elevato
  • Platano Rischio moderato
  • Quercia Rischio moderato
  • Parietaria officinalis (muraiola o erba vetriola) Rischio moderato
  • Cipresso, rischio basso;
  • Ulivo rischio basso

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de surveillance aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium