Politica - 22 maggio 2020, 19:00

Municipali: francesi al voto domenica 28 giugno

Saranno 24 i comuni delle Alpi Marittime interessati al voto. Fra questi Nizza, Menton, Cagnes e Vence

Tabelloni elettorali

Tabelloni elettorali

Il secondo turno delle elezioni municipali ha finalmente una data.
Fatta salva una recrudescenza dell’epidemia di Covid 19, i francesi saranno chiamati, in circa 5 mila comuni, alle urne domenica 28 giugno per eleggere i Consigli Municipali.

Il primo turno delle municipali si era svolto lo scorso 15 marzo, ma i ballottaggi, previsti per domenica 22 marzo, non si erano potuti tenere.
Il governo ha ora sciolto la riserva e, accogliendo le richieste pervenute dalle amministrazioni locali, ha fissato la data per il completamento delle operazioni di rinnovo dei Consigli.

Sarà una lunga campagna elettorale, destinata a durare un mese, che dovrebbe per lo più svolgersi in forma digitale, evitando assembramenti di persone.
Questo almeno è stato l’appello rivolto ai candidati dal Primo Ministro Eduard Philippe preoccupato di assicurare il confronto democratico, ma anche di preservare la popolazione da rischi di ricadute epidemiche.

Gli elettori e i componenti dei seggi dovranno obbligatoriamente indossare le mascherine, questa è la sola anticipazione giunta assieme con la data delle elezioni.
Nelle Alpi Marittime i comuni chiamati alle urne sono 24:

  • Auribeau-sur-Siagne      
  • Cagnes-sur-Mer      
  • Carros      
  • Gorbio  
  • La Gaude                          
  • Le Bar-sur-Loup          
  • Le Tignet          
  • Menton      
  • Nice          
  • Peymeinade                  
  • Roquebrune-Cap-Martin                  
  • Saint-Cézaire-sur-Siagne      
  • Saint-Jeannet  
  • Saint-Martin-Vésubie  
  • Saint-Paul-de-Vence      
  • Sospel  
  • Spéracèdes      
  • Tende  
  • Théoule-sur-Mer  
  • Tourrettes-sur-Loup  
  • Valbonne  
  • Vallauris  
  • Vence      
  • Villeneuve-Loubet       


Questa la reazione, affidata alle reti sociali, di Christian Estrosi, giunto in testa al primo turno a Nizza col 47,63% dei voti e che, al ballottaggio, se la vedrà con lista Retrouver Nice (estrema destra) di Philippe Vardon con il 16,70% e quella degli ecologisti di Jean Marc Governatori con l’11,30%: “Grazie al Presidente e al Governo per aver ascoltato i sindaci francesi. Ciò che era in gioco, soprattutto per le grandi città e le metropoli, erano gli investimenti necessari per la ripresa economica destinata a salvare e creare posti di lavoro”.





Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

SU