/ Business

Business | 26 maggio 2020, 13:20

Aual è il migliore sistema operativo per smart TV?

Come noto il sistema operativo Android appartiene a Google mentre Tizen e WebOS sono quelli nativi rispettivamente sviluppati da Samsung e LG

Aual è il migliore sistema operativo per smart TV?

Un sistema operativo (OS) funziona come interfaccia tra l'hardware e consente di eseguire altri software su un dispositivo. Android, iOS, Windows e Mac sono alcuni esempi di un sistema operativo che si trovano su laptop, PC, smartphone e tablet. La smart TV è più intelligente rispetto a un televisore convenzionale e questo lo si deve al fatto che questa appunto, dispone di un suo sistema operativo. In questo articolo, confronteremo i tre sistemi operativi utilizzati delle principali marche di TV, ovvero Android, Tizen e WebOS.

Android TV vs Tizen vs WebOS

Come noto il sistema operativo Android appartiene a Google mentre Tizen e WebOS sono quelli nativi rispettivamente sviluppati da Samsung e LG. Android è disponibile sulle smart TV di marchi come Sony, Sharp e Philips, mentre Tizen e WebOS sono preinstallati nei modelli dei rispettivi marchi.

User Interface (UI)

Le icone, le cartelle e la grafica che vediamo sullo schermo fanno tutti parte dell'interfaccia utente, più questa è fluida, più è facile interagire con il dispositivo. In termini di interfaccia, WebOS è migliore di Tizen e Android TV. Ha una barra delle applicazioni nella parte inferiore dello schermo che contiene una riga scorrevole di contenuti e icone che occupa uno spazio minimo sul video.

La cosa positiva dell'interfaccia WebOS, come si può leggere nella recensione del modello 24mt49s su nafura.it, è che il suo menu di avvio non occupa l'intero schermo. Inoltre, le cartelle e le icone arricchite graficamente ti aiutano a navigare facilmente tra i tuoi contenuti.

Simile a WebOS, Tizen lascia la maggior parte dello spazio sullo schermo vuoto in modo da poter scorrere facilmente diversi contenuti mentre si guarda la TV. Oltre alla barra degli strumenti in basso, c'è un riquadro “Recente” nell'angolo sinistro dello schermo che cambia dinamicamente tra il contenuto visualizzato e le app utilizzate di recente.

A differenza degli altri due sistemi operativi, l'interfaccia su Android TV è un disastro in quanto occupa ancora l'intero schermo per visualizzare l’homepage. Inoltre, il layout delle icone e delle cartelle sembra fin troppo vintage e occupa molto spazio. Tuttavia, la cosa buona è si può personalizzare l'ordine di esecuzione del contenuto nella schermata principale.

App supportate

Inutile dire che tutti e tre i sistemi operativi TV supportano tutte le app di streaming di base come Netflix, Amazon Prime Video e YouTube. Tuttavia, quando parliamo di una smart TV, la prima cosa che ci viene in mente è l'elenco delle app che supporta. E Android TV è un chiaro vincitore in questo segmento, perché essendo un prodotto di Google ha accesso a migliaia di app appositamente progettate per smart TV disponibili su Play Store. Tizen e WebOS hanno un loro app store, ma Il numero di app disponibili su questi store è insignificante se confrontate con quelle disponibili sul Play Store.

 

Riconoscimento vocale

Tutti e tre i sistemi operativi TV hanno una funzione di riconoscimento vocale. Android TV ha Google Assistant ma si può anche utilizzare Amazon Alexa con l'aiuto di un dispositivo audio esterno. Allo stesso modo, Tizen ha il motore Bixby integrato che è in grado di riconoscere le parole per cambiare le impostazioni della TV e cercare contenuti. Tizen supporta anche Google Assistant e Alexa per il riconoscimento vocale, ma solo tramite altoparlanti esterni. Tuttavia, con le ultime TV LG, è possibile utilizzare Alexa, Google Assistance e il sistema ThinkQ AI di LG per il riconoscimento vocale senza dispositivi di ascolto esterni.

Connettività

La capacità di interagire con altri dispositivi intelligenti su Internet è una delle caratteristiche più importanti di una TV intelligente. Inoltre, con l'ascesa dei dispositivi Internet Of Things (IoT) le case sono diventate intelligenti e cosa c'è di meglio che avere TV “pensanti” come centro di controllo di tutti i dispositivi IoT.

Android TV e WebOS utilizzano l'Assistente Google integrato per interagire con altri dispositivi intelligenti in casa. Samsung ha una propria piattaforma IoT nota come SmartThings, che viene precaricata sulle smart TV della casa coreana. È quindi possibile controllare tutti gli apparati domestici intelligenti come luci, termostati, sensori di movimento, ecc.

Condivisione dello schermo

Screencasting è una funzione che consente di eseguire il mirroring dei contenuti riprodotti dal proprio dispositivo smart su un grande schermo. Fondamentalmente, tutte le smart TV hanno questa funzione, l'unica differenza è la tecnologia di trasmissione che varia in base al sistema operativo.

Ad esempio, Android TV è dotato della tecnologia Chromecast integrata che permette di condividere contenuti da app che supportano Chromecast come YouTube, Netflix, Google Foto, ecc. Tizen utilizza la sua tecnologia SmartThing per trasmettere i contenuti preferiti sul grande schermo. Tutto quello che si deve fare è scaricare l'app SmartThing sul dispositivo intelligente da cui desidera eseguire il mirroring dei contenuti. WebOS, utilizza la sua funzione SmartShare nativa che consente di guardare tutti i contenuti multimediali sul televisore.


Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium