/ Politica

Politica | 29 maggio 2020, 08:00

Ballottaggi, tra un mese il voto: poca suspense a Menton a Cagnes e Nizza. Grandi manovre a Vallauris e Valbonne

Si tratterà di “elezione vera”, da seguire con l’interesse che da sempre le consultazioni locali meritano. La legge elettorale consente di integrare

Ballottaggi, tra un mese il voto: poca suspense a Menton a Cagnes e Nizza. Grandi manovre a Vallauris e Valbonne

Cosa riserveranno le urne il prossimo 28 giugno nei principali centri della Costa Azurra che dovranno affrontare il turno di ballottaggio non avendo nessuna lista raggiunto il 50% dei suffragi nel primo turno che si tenne lo scorso 15 marzo?

A Menton, città di frontiera, lo scontro sarà tra il Sindaco uscente Jean-Claude Guibal (LR) che ottenne il 45,05% e l’ex vice sindaco di Nizza Olivier Bettati (RN) che ottenne il 29,52%.

A Cagnes sur Mer il sindaco uscente Louis Nègre (LR) è in testa col 39,81%, seguito da Jean-Paul Perez (RN, 16.60%) e Josiane Piret (DVD, 15,16%).

In questi due centri di sorprese dovrebbero esservene pochine, così come a Nizza, dove Christian Estrosi che il 15 marzo ha sfiorato la vittoria col 47,63% dei voti se la vedrà con due liste che partono da molto lontano: Retrouver Nice (estrema destra) di Philippe Vardon con il 16,70% e quella degli ecologisti di Jean Marc Governatori con l’11,30%.

Se si vuole vivere qualche momento di suspense con viene seguire il turno di ballottaggio di Vallauris, dove saranno addirittura quattro le liste a confrontarsi. In testa Michelle Salucki (LR) col 24,34 %, seguita di un soffio da Kevin Luciano 23,58%. Della partita saranno pure Jean-Noël Falcou (Divers, 19,93 %) e Lionel Tivoli (Rassemblement National, 12,39 %).

Altro comune in bilico, sempre con 4 candidati al ballottaggio, sarà Valbonne dove si affronteranno (in un fazzoletto di voti) Joseph Cesaro (ecologiste) col 33,18%, Christophe Etoré (LDVC Divers centre, sindaco uscente) col 29,29%, Marc Daunis (LDVG) col 25,75%, mentre più distaccato, ma sempre della partita, sarà pure Henri-Philippe Laigneil (LDVD).

I comuni del Dipartimento delle Alpi Marittime che si recheranno al voto saranno 24:

  • Auribeau-sur-Siagne     
  • Cagnes-sur-Mer     
  • Carros     
  • Gorbio 
  • La Gaude                         
  • Le Bar-sur-Loup         
  • Le Tignet         
  • Menton     
  • Nice         
  • Peymeinade                 
  • Roquebrune-Cap-Martin                 
  • Saint-Cézaire-sur-Siagne     
  • Saint-Jeannet 
  • Saint-Martin-Vésubie 
  • Saint-Paul-de-Vence     
  • Sospel 
  • Spéracèdes     
  • Tende 
  • Théoule-sur-Mer 
  • Tourrettes-sur-Loup 
  • Valbonne 
  • Vallauris 
  • Vence     
  • Villeneuve-Loubet      

Di una cosa occorre comunque tenere conto: le liste che si affronteranno potrebbero anche essere diverse, nel senso che sono sempre possibili aggiustamenti al loro interno e ingressi di candidati che figuravano in altre coalizioni. Insomma, si tratterà di “elezione vera”, da seguire con l’interesse che da sempre le consultazioni locali meritano.



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium