/ Altre notizie

Altre notizie | 04 giugno 2020, 08:00

Parcheggi: qui si paga…qui no!

Montecarlonews propone una carrellata delle diverse località della Costa Azzurra. Dove la sosta si paga e dove è stata trasformata in zona disco. Ovunque una raccomandazione: utilizzare guanti o matite per impostare la targa sugli horodateurs

Nizza, gli horodateurs

Nizza, gli horodateurs

Non è facile trovare un parcheggio, ma è ancora più difficile capire se si debba pagare o meno.
E’ il caso di scriverlo: paese che vai, regola che trovi.

Così Montecarlonews propone una carrellata delle località della Costa Azzurra che, a macchia di leopardo, affrontano la questione parcheggi in queste prime settimane di deconfinamento.

Intanto giungono dea più parti raccomandazioni di utilizzare guanti od oggetti quali una matita per impostare la targa sulle macchinette distributrici di biglietti. Oppure sanificare le mani con del gel.

Nizza

  • Tutte le zone blu sono gratuite fino al 30 giugno.

Beaulieu-sur-Mer

  • Gli horodateurs sono stati attivati, ma solo dall’8 giugno verranno effettuati controlli sull’avvenuto pagamento. In ogni caso la sosta si paga

Cagnes-sur-Mer

  • La sosta lungo la strada resta gratuita e non è ancora stata comunicata la data d’inizio del pagamento. Sono invece a pagamento i parcheggi sotterrani.

Carros

  • La sosta resta gratuita, ma le zone blu sono state trasformate in zona disco.


Saint-Jeannet

  • La sosta é gratuita nelle zone blu e limitata, sempre senza pagamento, a 2 ore nel parc Sainte-Barbe.


Saint-Laurent du Var

  • Nel centro cittadino la sosta si paga a partire dal 2 giugno. La sosta nei parcheggi a bordo mare resta invece gratuita fino al 30 giugno.


Tourrettes-sur-Loup

  • Si paga la sosta nel Parking de la Libération.


Vence

  • Fino al 30 giugno gratuita la sosta in strada e nei parcheggi La Rousse, Alhambra e della piscina. Sono a pagamento i parcheggi Le Grand-Jardin, Toreille e Marie-Antoinette. 


Villeneuve-Loubet

  • I parcheggi lungo le strade non sono a pagamento, ma trasformati in zona disco. Diventato a pagamento, a partire dal 15 giugno fino al 15 settembre, i parcheggi vicini alle spiagge.




Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium