/ Ambiente

Ambiente | 11 giugno 2020, 19:00

Sanzioni più salate per chi getta a terra le mascherine

Le multe salgono a 135 euro e, per le violazioni più grave o recidive, fino a 750 euro. Un disastro ambientale annunciato

Sanzioni più salate per chi getta a terra le mascherine

Sta diventando un problema che presto potrebbe trasformarsi in vero e proprio disastro ambientale.

Migliaia di mascherine chirurgiche usa e getta, ogni giorno, sono abbandonate per strada, gettate a terra dove capita, nessuno le raccoglie: il loro destino, se non intervengono gli addetti alle pulizie, è quello di finire nei canali di scolo e quindi in mare.

Dove, già, finiscono le mascherine abbandonate sulle spiagge, prima di andare a fare il bagno e poi non raccolte.

Un disastro che colpisce l’ecosistema, danneggia la fauna e la flora sottomarina e crea problemi anche ai bagnanti che certo non provano piacere a gettarsi nelle azzurre acque del Mediterraneo sulle quali galleggiano mascherine potenzialmente infette.

Così il governo francese ha deciso di correre ai ripari: non sono valsi gli appelli alla civiltà, a mettere le mascherine nei cestini dei rifiuti per strada o in un sacchetto chiuso in casa da inserire poi nell’indifferenziata.

Così si deve ricorrere allo strumento più vecchio e incisivo: la multa.

Entro pochi giorni la sanzione per chi abbandona rifiuti per strada, getta mascherine, mozziconi, cartacce, guanti o qualunque altro oggetto salirà da 68 euro a 135 euro.

Inoltre per gli abbandoni più gravi le multe saranno di 375 euro e se scatterà la segnalazione all’autorità giudiziaria il minimo sarà di 750 euro.

L’appello al buon senso, all’educazione civica, al rispetto sono importanti, ma se accompagnati da una multa salta…valgono di più.  




Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium