/ Eventi

Eventi | 09 agosto 2020, 18:00

“Così vicino al cielo, il Tibet”, le immagini del fotografo Jacques Borgetto

La mostra al Musée de la Photographie Charles Nègre di Nizza può essere visitata fino al 30 agosto. Jacques Borgetto, nato a Parigi, è originario di Sambuco, una località della provincia di Cuneo

Tibet © Jacques BORGETTO

Tibet © Jacques BORGETTO

Il Musée de la Photographie Charles Nègre di Nizza propone, fino al 30 agosto 2020, la mostra "Si près du ciel, le Tibet" dell'artista Jacques Borgetto.

Originario di Sambuco, una località della provincia di Cuneo, Jacques Borgetto è nato a Parigi.

Fin da giovane si appassiona alla fotografia che diviene la ragione stessa dei suoi viaggi. Questo "Baudelaire de l'immagine", come lo definisce il giornalista Alain Mingam, attraversa il mondo e il suo tempo, dall'Europa all'America e dall'Africa all'Asia, per incontrare i suoi simili.

Il viaggio è spesso all'origine del lavoro fotografico di Jacques Borgetto, fotografo e viaggiatore, il cui modo di procedere è simile a quello degli esploratori.

Per prima cosa decide di farsi attrarre dal desiderio di ripercorrere il viaggio dei suoi zii italiani emigrati in America Latina: da allora Borgetto non ha smesso di scoprire regioni impegnandosi a documentarne l'evoluzione nel corso degli anni.

Dal 2007, ha viaggiato in Tibet molte volte, in primavera, inverno e autunno. In tutto sette viaggi della durata di 5-6 settimane, durante i quali ha condiviso la vita quotidiana con le popolazioni nomadi degli alti pianori e con i monaci.

Poche tracce dei colori nel Tibet di Borgetto, che il più delle volte sceglie gli scatti in bianco e nero, offrendo immagini ricche di mistero e allo stesso tempo dense di informazioni.

Di recente ha iniziato a proporre scatti anche a colori, soprattutto nei paesaggi fotografati in primavera, quasi ad enfatizzare la morbidezza dei prati e delle colline, la luminosità del cielo e l'armonia delle architetture.

La mostra “Jacques Borgetto. Si près du ciel, le Tibet” può essere visitata fino al 30 agosto 2020 al Musée de la Photographie Charles Nègre in Place Pierre Gautier 1 (quella del Palazzo della Prefettura), nel Vieux Nice.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium