/ Politica

Politica | 21 giugno 2020, 07:00

Ballottaggi: le liste e i candidati in gara a Nizza, Menton e Cagnes

Si voterà domenica 28 giugno in 24 comuni del Dipartimento delle Alpi Marittime. Pochi dubbi a Nizza e Cagnes, a Menton, invece, i giochi potrebbero essere aperti

Ballottaggi: le liste e i candidati in gara a Nizza, Menton e Cagnes

Una settimana ancora di campagna elettorale e poi 24 comuni del Dipartimento delle Alpi Marittime si recheranno al voto.

Se nei piccoli centri le incertezze sono all’ordine del giorno e, in molti casi, la vittoria o la sconfitta saranno racchiusi in un pugno di voti, a Nizza la situazione appare ben più chiara.
Nessun dubbio su chi si aggiudicherà la contesa elettorale, ci si interroga solo sulla percentuale che Christian Estrosi riuscirà a raggiungere e se supererà l’asticella del 50%. Non vi sono invece dubbi sulla sua vittoria.
Le divisioni all’interno della sinistra, esclusa dai ballottaggi e presa a pesci in faccia dalla lista ecologista, consegneranno un Consiglio Comunale che se annovererà personaggi riconducibili alla gauche, sarà solo perché due sono stati inclusi da Christian Estrosi nella propria lista.

Si tratta di Patrick Mottard (PRG) e di Marc Concas (LREM).

Il primo è stato l’ultimo candidato della sinistra unita ad andare al ballottaggio a Nizza, nel 2001, sconfitto da Jacques Peyrat con uno scarto poco superiore ai 3 mila voti. Era a capo di una coalizione di sinistra ed ha tentato, all’inizio di questa vicenda elettorale, di creare una coalizione unita della gauche. Risultato vano il tentativo ha proposto alcune linee guida che hanno ottenuto l’ascolto da parte di Christian Estrosi che le ha fatte proprie nel programma elettorale. Per lui si prospetta un incarico di prestigio.

Di tutto rispetto anche il curriculum di Marc Concas, originariamente socialista ed ora aderente alla République en Marche di Macron. Fu lui a sconfiggere, alle cantonali (l’equivalente italiano delle vecchie elezioni provinciali) Éric Ciotti costringendolo a ripiegare sul collegio di Saint-Martin-Vésubie per poter essere eletto e, quindi, diventare Presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime.

In ogni caso Christian Estrosi (Républicains), che ha ottenuto al primo turno, il 47,63%, se la vedrà con Philippe Vardon (Retrouver Nice estrema destra) con il 16,70% e con gli ecologisti di Jean Marc Governatori con l’11,30%.

A Menton, dove invece apparentamenti vi sono stati, lo scontro sarà tra il Sindaco uscente Jean-Claude Guibal (LR) che ottenne il 45,05% e l’ex vice sindaco di Nizza Olivier Bettati (ex RN) che ottenne il 29,52%. Quest’ultimo ha “fuso” la propria lista con quella di Patrice Novelli (UDI, che aveva ottenuto il 9,61% al primo turno e per un soffio era stato escluso dal ballottaggio).Nelle ultime é dato per probabile il passaggio di Olivier Bettati nell'area della maggioranza regionale. "C'é un prima Covid ed un dopo covid", ha detto l'esponente ex RN dal cui gruppo regionale é uscito).

Tecnicamente le distanze tra i due candidati al ballottaggio si sono avvicinate di molto, anche se la collocazione all’estrema destra di Olivier Bettati potrebbe dirottare su Guibal voti anche dall’area del centro e della sinistra.

A Cagnes, infine,il Sindaco uscente e Vice Presidente della Métropole, Louis Nègre, Républicains, che parte dal  39,81 % di voti ottenuti al primo turno, se la vedrà con  Jean-Paul Perez (Rassemblement Cagnois), che aveva ottenuto il 16,60% e con  Josiane Piret (Droite) che parte dal 15,16 del primo turno.

Di questi tre centri pubblichiamo, al fondo di questo articolo, tutte le liste che concorreranno al turno di ballottaggio.





Files:
 NICE ESTROSI (72 kB)
 NICE VARDON (71 kB)
 NICE GOVERNATORI (71 kB)
 MENTON GUIBAL (72 kB)
 MENTON BETTATI. (73 kB)
 CAGNES NEGRE (75 kB)
 CAGNES PEREZ (76 kB)
 CAGNES PIRET (76 kB)

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium