/ Sport

Sport | 29 luglio 2020, 21:52

Il 14° Rally di Alba al via: 162 iscritti tra cui il Campione del Mondo in carica Tanak, dieci Nazioni rappresentate ed un plateau di italiani di alto livello

La gara organizzata da Cinzano Rally Team, quest’anno apre la contesa del Campionato Italiano WRC con il massimo possibile degli argomenti tecnico-sportivi, il primo dei quali è la presenza dell’iridato estone insieme ad una lunga lista di “nomi” che daranno vita una domenica di grande sport

Il 14° Rally di Alba al via: 162 iscritti tra cui il Campione del Mondo in carica Tanak, dieci Nazioni rappresentate ed un plateau di italiani di alto livello

Sono centosessantadue gli iscritti e dieci le nazioni rappresentate e tanti “grandi” nomi di piloti italiani, che parteciperanno a questa quattordicesima edizione della kermesse rallistica albese.

Un fine settima da non perdere per gli appassionati delle corse su strada, quello organizzato dalla Cinzano Rally Team. Visto il fermo dovuto all’emergenza sanitaria, sarà anche l’appuntamento di apertura del Campionato Italiano Wrc 2020.

L'evento sarà “a porte chiuse” per le restrizioni legate al Covid 19: gli abituali parco assistenza, riordino, direzione gara oltre alla cerimonia di partenza e quella di arrivo, non permetteranno la presenza di pubblico.

Una scelta obbligata che ha determinato un’importante ricaduta economica per il territorio delle Langhe – patrimonio UNESCO – che nel primo weekend di agosto era abituata al “tutto esaurito” per alberghi e strutture ricettive.

Una 14ª edizione del Rally di Alba di caratura mondiale, grazie alla presenza del Campione del Mondo in carica Ott Tanak insieme a una squadra da sogno allestita per l’occasione da Hyundai Motorsport, che vede la partecipazione dello spagnolo Dani Sordo e di Thierry Neuville. Sia quest’ultimo che Tanak correranno con le Hyundai i20 WRC “plus”, in una speciale “gara nella gara” (che non andrà a togliere punteggio per coloro che concorreranno per il “tricolore”), denominata #RAPLUS, nella quale sarà interessante vedere all’opera il Campione Italiano in carica, il bresciano Luca Pedersoli (al suo debutto con la i20 “plus”) o come il suo conterraneo Massimo “Pedro” Pedretti, che salirà invece su una Ford Fiesta.

A completare il plateau “dei nostri” con le supercar ci sarà anche il savonese Manuel Villa, anche lui con una Fiesta, e sarà interessante vedere all’opera il giovane francese, figlio d’arte, Pierre Louis Loubet (Hyundai i20).

Un respiro decisamente internazionale, dunque, quello del Rally di Alba, che annovera partecipanti da: BelgioEstoniaFinlandiaFranciaGermaniaIrlandaNorvegiaSpagnaSvezia e Svizzera.

Al via per il 14° Rally di Alba, anche il Campionato Italiano WRC, con 31 vetture di categoria R5 iscritte. Diversi i nomi di spicco, che vanno dall’ex Campione Italiano ed Europeo Luca RossettiCorrado Fontana, Simone Miele, Dani Sordo, ex Campione del Mondo junior, Andrea Carella, Corrado Pinzano, Andrea Nucita, Elwis Chentre e con loro i piloti di casa, l’astigiano Luca Cantamessa e il cuneese Alessandro Gino.

Gioca in casa il neivese Massimo Marasso, navigato dal biellese Luca Pieri, con la Skoda Fabia R5 del Team Roger Tuning, che ci accompagneranno “all’interno” di questa avvincente gara nel cuore delle langhe.

Andrea Olimpi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium