/ Altre notizie

Altre notizie | 11 agosto 2020, 07:00

Costa Azzurra: adesso il Covid 19 fa di nuovo paura (Foto)

L’indice di infezione è il più alto di Francia, i giovani i più colpiti. Poco rispettata (e fatta rispettare) l’ordinanza sulle mascherine obbligatorie, mentre la sera si balla…vicini, vicini!

Una spiaggia di Nizza...quando vien la sera

Una spiaggia di Nizza...quando vien la sera

Domani il livello di rischio pandemia nel Dipartimento delle Alpi Marittime dovrebbe essere elevato da “limitato” a “moderato”, al di sopra di questo vi è solo lo stadio “elevato”.

Le Alpi Marittime, dopo aver goduto per mesi di una situazione favorevole relativamente alla diffusione del Covid 19, si trovano ora in testa alla non certo edificante classifica dei dipartimenti francesi più colpiti dal virus.

L’indice di infezione (che a giugno era a 0,2 e un mese fa a 0,8) ha toccato in questi giorni l’1,4: un livello molto alto che mette paura non solo ai responsabili della sanità della Regione PACA, ma anche in Costa Azzurra dove la presenza turistica e la ripresa dei voli aerei, anche da aree a rischio, non fa che aggiungere ansia ad ansia.

Misure ne sarebbero anche state adottate, dall’obbligo di mascherina in 8 comuni, alla raccomandazione di rispettare i gesti barriera: l’impressione è che, al di là delle distanze nelle spiagge pubbliche che tantissimi rispettano, il resto non sia poi fatto puntualmente rispettare dalle autorità.

Feste danzanti (come le fotografie che pubblichiamo testimoniano), passeggiate nell’iper centro in mezzo alla quasi totalità delle persone che al massimo la mascherina la porta al polso, poche pattuglie, ma ben poche sanzioni.

Tutto questo fa temere che i prossimi giorni possano diventare ancora più difficili: il ferragosto prima e la partenza del Tour de France a fine mese, in assenza di un giro di vite da parte delle autorità (Prefetto, Bernard Gonzalez,che ha firmato l’ordinanza e Sindaco di Nizza, Christian Estrosi, che lo ha anticipato di qualche giorno, innanzi tutto) si rischi veramente che l’estate possa venire compromessa dall’esplosione del virus.

Allo stato nel Dipartimento delle Alpi Marittime sono quattro i focolai individuati oltre a due in case di riposo e di accoglienza per soggetti portatori di handicap: ad essere colpita anche la squadra di rugby dello Stade français (19 positivi su una sessantina di partecipanti al ritiro) e l’equipaggio di uno yacht il cui capitano ha dovuto esporre la “bandiera gialla” (ricordo di film di tanti anni fa).

Aumentano an he i ricoveri in ospedale, mentre l’età si abbassa con la fascia tra i 20 e i 40 anni che è la più colpita.

 


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium