/ Ambiente

Ambiente | 21 settembre 2020, 18:00

Costa Azzurra: alla scoperta del territorio. La Gaude (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Danilo Radaelli

La gaude, foto di Danilo Radaelli

La gaude, foto di Danilo Radaelli

Questa volta Danilo Radaelli con la sua inseparabile bicicletta ci conduce per mano alla scoperta di un paesino posto non distante da Nizza e da Cagnes: La Gaude.

Tra colline e valli, La Gaude è un sito occupato dall'Antichità romana, come testimoniano i resti trovati sul posto. La città si sviluppò nel corso del Medioevo, ma subì molti disastri nel corso dei secoli come epidemia di peste nella seconda metà del XV secolo. L'arrivo di acqua corrente all'inizio del XX secolo trasforma il volto di questo antico villaggio che accelera verso la modernità.

Piena di fascino, La Gaude continua ad attrarre visitatori per i suoi paesaggi tipici, ma anche per il suo patrimonio architettonico e culturale che non manca di interesse

Nelle piccole strade strette di questo affascinante villaggio provenzale, è possibile scoprire l'ecomuseo vivente della Provenza. Unico nel suo genere, questo sito ha tutto dall'arca di Noè per rettili e insetti. Fondato negli anni '80 da un entomologo danese, consente di apprezzare la fauna locale, grazie a visite guidate.

È possibile ammirare l'inciso Cenotafio romano risalente al III secolo d.C. dedicato al decurione di Vence Cremonius Albucus. Da non perdere la Cappella di Sant'Angelo decorata con affreschi di Alexis Obolensky e vetrate di Alain Peinado.

La località annovera diversi sentieri segnalati come il GR 653A, una strada di accesso al pellegrinaggio a Santiago de Compostela.
                                          

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium