/ Altre notizie

Altre notizie | 26 settembre 2020, 08:00

Nizza chiede al governo di declassare la Promenade des Anglais e di rendere gratuita l’autostrada nel tratto cittadino

Si va verso un’area a traffico limitato nella quale possono circolare, a seconda delle condizioni atmosferiche, solo alcune categorie veicoli sulla base del “colore” della “vignette” CRIT'Air

Auto sulla Promenade des Anglais

Auto sulla Promenade des Anglais

Presto la Promenade e il centro di Nizza potrebbero diventare zone a traffico limitato: è il senso di un incontro tra l’adjoint di Nizza Gaël Nofri e il ministro della Transition écologique Barbara Pompili con all’ordine del giorno la questione della Zone à Faibles Émissions (ZFE per i francesi) che dovrebbe essere istituita lungo al Promenade e nel centro della città.

La città di Nizza, più che limitare drasticamente il traffico nel centro cittadino con le classiche misure di individuazione dei veicoli ammessi o meno a seconda della loro classificazione sulle emissioni, punta ad ottenere dal governo il declassamento della Promenade e il transito gratuito nell’area di circonvallazione della città sull’autostrada A8.

Sono anni che Nizza chiede che la Promenade non sia considerata una “circonvallazione”, ma che questo ruolo venga affidato all’autostrada provvedendo, come già avviene in buona parte delle grandi città francesi, a renderne gratuito il tratto urbano.

Per raggiungere l’obiettivo è necessario un declassamento della strada: la realizzazione della pista ciclabile lungo il Quai des Etats Unis che, di fatto impedisce di raggiungere il porto già sta svolgendo un ottimo lavoro, ma senza il declassamento della Promenade misure più puntuali e restrittive non possono essere adottate e il transito da Est a Ovest è rimasto pressoché invariato.

Nelle grandi città francesi si va ormai nella direzione della creazione di “zone à faibles émissions” (ZFE) nella quale possono circolare, a seconda delle condizioni atmosferiche, solo alcune categorie veicoli sulla base del “colore” della “vignette” CRIT'Air (obbligatoria anche per i veicoli immatricolati all’estero).

Se l’introduzione della vignette nel centro di Nizza sarà oggetto ancora di riflessioni da parte dell’amministrazione locale, il declassamento della Promenade consentirebbe di vietare il transito generalizzato ai veicoli di peso superiore a 3,5 tonnellate che utilizzano la Prom come strada alternativa e non per specifiche consegne.

Per raggiungere l’obiettivo è però necessario abolire il pedaggio di Saint-Isidore sull’autostrada rendendo il tratto “cittadino” gratuito, così da incentivarne l’utilizzo.


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium