/ Sport

Sport | 27 settembre 2020, 14:55

Formula 1. Segnali positivi in Russia dal monegasco Leclerc, sesto posto con una Ferrari in ripresa

Vince Bottas su Mercedes davanti a Verstappen e Hamilton. Fuori dai punti l'altra rossa di Vettel. Ma in termini di prestazioni finalmente si intravede qualcosa di buono sul Cavallino

Foto Ferrari

Foto Ferrari

È stato il weekend del Gran Premio numero 322 in Formula 1 per Kimi Raikkonen, eguagliato il primato assoluto di Rubens Barrichello. Poteva essere per Lewis Hamilton il weekend dell'aggancio alla storia, alle 91 vittorie di Michael Schumacher, ma così non è stato.

Nei numeri del GP di Russia, vinto dalla Mercedes di Valtteri Bottas davanti alla Red Bull di Verstappen e all'inglese che ha patito una penalità di 10 secondi per leggerezze commesse in fase di schieramento, c'è anche il 250esimo GP in carriera per Sebastian Vettel, festeggiato in maniera incolore con una Ferrari che non lo porta oltre il 13esimo posto finale: ci stava forse l'azzardo della gomma rossa (la più morbida e prestazionale, ma anche quella con maggior degrado) per la seconda parte di gara, azzardo che la Ferrari non ha corso, lasciando il quattro volte iridato tristemente fuori dai punti.

Ma le notizie positive della rossa arrivano, finalmente, da Charles Leclerc: il monegasco termina al sesto posto, ma il dato più confortante è quello che lo vede nella seconda parte di gara dopo il pit stop, mantenere a distanza per più di 20 giri la Renault di Esteban Ocon, non pagando nulla in termini di secondi e posizione finale. È anche vero che non riesce a guadagnare nulla dall'altra Renault di Ricciardo, arrivato quinto e mai impensierito dalla rossa, ma considerando le ultime prestazioni dove la Ferrari veniva passata da molti avversari con estrema facilità, questo può essere considerato un buon punto di ripartenza per il resto della stagione. Anche se il podio e la vittoria, per ora, restano lontane chimere. 

Federico Bruzzese

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium