/ Ambiente

Ambiente | 01 ottobre 2020, 17:12

Marineland punta il dito contro le scelte del governo nei confronti delle norme per i parchi e gli zoo

La decisione di vietare l'introduzione di nuovi cetacei da altri zoo europei impedisce ai professionisti degli zoo francesi di garantire la diversità dei gruppi sociali introducendo nuovi compagni.

Marineland punta il dito contro le scelte del governo nei confronti delle norme per i parchi e gli zoo

Marineland "deplora profondamente l'annuncio fatto ieri dal ministro per la Transizione ecologica e inclusiva Barbara Pompili che, in assenza di qualsiasi base scientifica, sta mettendo a repentaglio il futuro dei parchi marini."
Per Marineland i regolamenti imposti non mira a stabilire norme e standard elevati a favore del benessere degli animali, ma a minare l'impegno degli zoo a favore di missioni educative, di ricerca e di conservazione per le quali il parco zoologico Marineland funziona tutti i giorni.
“Finora, nessuna direttiva o testo è stato ufficialmente adottato dal governo. In tal caso, Marineland valuterà attentamente la decisione e determinerà il modo migliore per procedere nell'interesse e nel benessere degli animali di cui è il tutore ", ha affermato Pascal Picot, amministratore delegato di Marineland.
Marineland Park è un membro accreditato dell'Associazione francese dei parchi zoologici (AFDPZ), dell'Associazione europea degli zoo e degli acquari (EAZA) e dell'Associazione europea dei mammiferi acquatici (EEAM). Soddisfa i più alti standard del settore e ha ottenuto la certificazione "American Humane" per il benessere e la cura degli animali. In quanto tali, le sue strutture e il team di veterinari e custodi garantiscono il benessere di delfini, orche assassine, foche, orsi polari, fenicotteri, squali e squali e tutta la diversità delle specie marine che ospitano.
La decisione di vietare l'allevamento priva i delfini della nascita naturale e dell'educazione dei giovani all'interno di un gruppo familiare. Questa decisione equivale a un isolamento di questi animali, anche se la loro vita sociale è essenziale per loro.
La decisione di vietare l'introduzione di nuovi cetacei da altri zoo europei impedisce ai professionisti degli zoo francesi di garantire la diversità dei gruppi sociali introducendo nuovi compagni.
I delfini sono una specie popolare e carismatica che gioca un ruolo importante nell'impegno, nell'educazione e nella consapevolezza pubblica di Marineland. L'assistenza veterinaria, unita al supporto quotidiano delle cure da parte dei caregiver, ha permesso di evolversi con una popolazione di delfini sani. La ricerca scientifica condotta ex situ e gli insegnamenti tratti dall'esperienza con questi animali hanno chiaramente permesso di contribuire in modo significativo alla conservazione delle specie selvatiche in via di estinzione.
Questa decisione distrugge i partenariati educativi forgiati con le scuole e la ricerca universitaria. Attraverso l'educazione attraverso la presentazione di animali marini, gli 800.000 visitatori del parco vengono sensibilizzati
comunicato stampa
30 settembre 2020
le sfide ambientali che questi animali affrontano in natura e diventano consapevoli dei comportamenti ecologici da adottare.
Infine, questa decisione minaccia la sostenibilità finanziaria e l'occupazione di uno dei principali pilastri economici della Costa Azzurra. L'impatto economico di Marineland è stimato dalla Camera di Commercio e Industria della Costa Azzurra in 97,9 milioni di euro, che genera 952 posti di lavoro FTE (equivalenti a un tempo pieno) all'anno, ovvero equivalente del contributo dei porti di Cannes o Nizza all'attività economica delle Alpi Marittime.
“Marineland è un luogo insostituibile, che ha permesso a innumerevoli visitatori, bambini e adulti, di aprirsi al mondo marino e di imparare ad amare e proteggere la biodiversità marina. Oggi è questa iniziazione alla vita che è destinata a scomparire ", si rammarica Pascal Picot, amministratore delegato di Marineland.
Marineland è il più grande parco di animali marini d'Europa. Il suo successo è dovuto alla presenza di animali leggendari (delfini e orche) e alla possibilità di vivere esperienze uniche al fine di educare il maggior numero di persone possibile alla conservazione dei loro congeneri nell'ambiente naturale.
Marineland, incontra un giorno, proteggi per sempre.

rg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium