Business - 25 ottobre 2020, 09:00

Il Monaco Economic Board traccia le linee per la ripartenza

Il team ha cercato di prepararsi per il futuro organizzando numerosi incontri e prendendo contatti con i partner al fine di costruire le azioni del 2021

Il Monaco Economic Board traccia le linee per la ripartenza

"Durante la crisi del 2008, Monaco ha mostrato resilienza (...) Oggi, sulla base dell'esperienza precedente, le nostre istituzioni, il governo e il Consiglio nazionale, insieme, dimostrano un'eccezionale capacità di risposta. “È con queste parole tinte di ottimismo per il futuro del Principato che il presidente Michel Dotta ha accolto i membri del MEB venuti per la loro assemblea generale. Guillaume Rose, Direttore generale esecutivo, ha poi fatto il punto sul 2019, che ha permesso a tutti di vedere quanto fosse stata intensa l'attività del MEB quell'anno.

Sono state realizzate più di sessanta operazioni a livello locale e internazionale: missioni economiche, accoglienza delegazioni, operazioni mirate di promozione e prospezione, convegni, corsi di formazione e workshop con le aziende associate. All'estero, molte di queste azioni sono state realizzate nell'ambito del coordinamento di enti pubblici e privati ​​che partecipano all'influenza internazionale di Monaco in campo scientifico, culturale o sportivo.

Se inizialmente il 2020 doveva essere oggetto di proiezioni, la data posticipata dell'assemblea generale ha finalmente portato alla produzione di un secondo rapporto, scosso dalla pandemia. Di fronte a Covid19, il MEB ha reagito molto rapidamente passando al digitale. Per aiutare le aziende monegasche, MEBinaires * è stato organizzato per fare il punto sui principali settori di attività. Altri hanno permesso di beneficiare il maggior numero possibile di conferenze a distanza di importanti economisti abituati a venire nel Principato, come Jean-Pierre Petit o Ludovic Subran.

Ma il MEB ha voluto andare oltre programmando una e-mission economica dall'11 al 13 novembre in collaborazione con le camere di commercio di quattro grandi città russe (Mosca, San Pietroburgo, Rostov e Novosibirsk), operazione che consentirà ai capi di Aziende monegasche per dialogare con aziende mirate, in videoconferenza e traduzione simultanea. Inoltre, il MEB ha anche prodotto diversi sondaggi per aiutare il governo ad analizzare i feedback dal campo sulla situazione delle aziende o sul telelavoro.

Infine, il team ha cercato di prepararsi per il futuro organizzando numerosi incontri e prendendo contatti con i partner al fine di costruire le azioni del 2021. Guillaume Rose ha affermato che il MEB si sarebbe mosso il prima possibile e avrebbe partecipato attivamente a la necessaria trasformazione digitale delle aziende a supporto dei team di Frédéric Genta, Delegato Interministeriale incaricato della Transizione Digitale.

Al termine dell'Assemblea Generale, il Consigliere - Ministro delle Finanze e dell'Economia Jean Castellini ha concluso la serata con un intervento durante il quale ha salutato l'azione del MEB e ha ricordato i principi cardine del piano di rinascita avviata dal governo. Guardando poi al futuro, ha aggiunto "Fortemente il ritorno al mondo di domani, un mondo aperto, ponendosi le domande del modello economico che dobbiamo adattare e trasformare". "




Didascalia foto (Crediti foto: MEB / Carte Blanche) da sinistra a destra: Michel Dotta, presidente del Consiglio economico di Monaco; Jean Castellini, Consigliere - Ministro delle Finanze e dell'Economia; Balthazar Seydoux, presidente della Commissione delle finanze e dell'economia nazionale del Consiglio nazionale; Guillaume Rose, direttore generale del Consiglio economico di Monaco.

rg

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU