/ Altre notizie

Altre notizie | 27 ottobre 2020, 19:00

Omicidio Samuel Paty: parte da Nizza la mobilitazione europea contro il terrorismo e l'odio online

Entro la fine dell'anno sarà organizzata una conferenza dei sindaci del Réseau des Villes Euromed per individuare azioni concrete nel campo dell'istruzione

Una manifestazione a Nizza dopo l'assassinio di Samuel Paty (foto di Ghjuvan Pasquale)

Una manifestazione a Nizza dopo l'assassinio di Samuel Paty (foto di Ghjuvan Pasquale)

Una mobilitazione europea contro il terrorismo e l’odio on line, è quanto ha chiesto Christian Estrosi nella sua veste di Presidente della rete delle Città Euromed.

Il Sindaco di Nizza ha interessato la Commissione Europea per giungere all’organizzazione di una riunione d'emergenza delle città europee che verta sulla radicalizzazione e l'incitamento all'odio online e per proporre un’integrazione alla dichiarazione di Nizza relativa alla prevenzione della radicalizzazione.

A questo proposito Christian Estrosi ha rilevato che "Il movimento delle città d'Europa e del Mediterraneo che ho avviato dopo gli attentati di Nizza e Barcellona non si sta indebolendo. La commissaria europea per la sicurezza Ylva Johansson lo ha compreso ed ha concordato, su mia richiesta, di sottolineare il ruolo delle autorità locali e regionali nella nuova strategia di sicurezza interna dell'UE. Mentre il Primo Ministro francese Jean Castex si è recato a Bruxelles per discutere dell'odio online e sulla regolamentazione delle piattaforme digitali. E’ essenziale che il diritto europeo si rafforzi in questo settore e che i sindaci siano coinvolti per assicurare alle azioni, che verranno intraprese, il massimo della partecipazione dei cittadini”.

Christian Estrosi ha assunto l'iniziativa di organizzare, entro la fine dell'anno, una nuova conferenza dei sindaci del Réseau des Villes Euromed per fare il punto sull'attuazione della Dichiarazione di Nizza e sulle azioni concrete sul campo, con particolare attenzione ai temi dell'istruzione.

Dal 2017 la città di Nizza sta aumentando le iniziative europee nel campo dell'antiterrorismo. Alla fine del 2018 la città coordina il partenariato “Sécurité dans les espaces publics” dell'Agenda urbana dell'UE. In questo contesto, pochi giorni fa, ha presentato un piano d'azione di partenariato ai 27 Stati membri, che è stato accolto con favore dalla Presidenza tedesca dell'Unione Europea.

 



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium