/ Business

Business | 17 novembre 2020, 07:00

Rally. Il Campionato Mondiale 2021 avrà quattro gare in più

Qualche weekend fa eravamo nell'isola sarda, mentre a Monza sarà il capolinea. Una breve sospensione durante le vacanze natalizie. L'ultimissima tappa sarà in Giappone.

Rally. Il Campionato Mondiale 2021 avrà quattro gare in più

Il rally internazionale non si arresta, nonostante l’aumento dei contagi continui a correre anche nel Principato di Monaco. Sebbene lo sport rappresenti una pressoché inevitabile occasione per le aggregazioni sociali, i vari governi hanno deciso di non bloccare le competizioni più importanti, a patto che vengano fatte a porte chiuse.

E così le gare che vedono protagonisti i bolidi a quattro ruote continuano, anche in Italia dalla Sardegna a Monza, per poi prendere fiato durante il Natale e ripartire a gennaio a Montecarlo. Il traguardo è il Giappone, dall'altra parte del mondo. 

Su decisione della Federazione internazionale dell'Automobile, le corse di rally previste per il Mondiale nel 2021 saranno dodici, per ora.

“Non potrà essere tralasciato nemmeno un giorno di allenamento per questo cospicuo numero di gare - spiega Matteo Giovannini, preparatore atletico di pazziperilfitness.it - sul per riuscire a prepararsi adeguatamente e rendere il sistema cardiovascolare più resistente alla pressione psicofisica di questo sport adrenalinico. Risulta centrale l'allenamento propriocettivo per migliorare le capacità coordinative, la performance sensomotoria e il controllo neuromuscolare per diverse settimane prima della tappa monegasca”.

Di seguito il calendario di questo grande evento, che sarà uno dei più significativi del 2021, ma non sarà l’unico, visto che nella prossima estate  dovrebbe aver luogo anche il recupero degli Europei di Calcio, che dovevano essere disputati lo scorso anno e che sono stati  rimanenti per causa di forza maggiore.

  • a Monte Carlo il 24 gennaio;

  • in Svezia il 14 febbraio;

  • il Croazia il 25 aprile;

  • in Portogallo il 23 maggio;

  • nel nostro Paese il 6 giugno;

  • in Kenya il 27 giugno;

  • in Estonia 18 luglio;

  • in Finlandia il primo di agosto;

  • nel Regno Unito il 22 agosto;

  • in Cile il 12 settembre;

  • in Spagna il 17 ottobre;

E per finire, il Mondiale si chiuderà il 14 novembre 2021 con la gara in Giappone.

Ma ritornando al coinvolgimento del territorio monegasco, la prima tappa sarà appunto, come sempre, quella di Montecarlo, e quest’anno presenterà alcune novità. Il percorso sarà diverso quasi completamente rispetto alla passata edizione: infatti si conferma Gap come fulcro della manifestazione, che ospita il rally senza precedenti interruzioni dal 2014, con un tracciato di gara cambiato per l’85%.

Da lunedì 18 gennaio a mercoledì 20 gennaio, giovedì 21 gennaio dalle 9:01, gli equipaggi si cimenteranno nello Shakedown (3,35 km), identico dal 2016, tracciato sulla Route de la Garde a Gap.

Lo start ufficiale dell’89º Rally automobilistico Monte Carlo verrà dato lo stesso giovedì dalle 18.10, dal parco assistenza di Gap. Nel programma di questa prima tappa notturna, due prove speciali per un totale di 41,42 chilometri, svolte nei dipartimenti di Hautes-Alpes e Isère, nel Dévoluy e nel Valgaudemar, per poi spostarsi nei giorni seguenti prima ad ovest e poi ad est di Gap. Le ultime 4 prove speciali saranno disputate domenica 24 gennaio nei pressi delle Alpi Marittime

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium