/ Business

Business | 20 novembre 2020, 19:00

Il “Black Friday” slitta al 4 dicembre? Attesa l’ufficializzazione

Sarebbero tutti d’accordo, piccola e grande distribuzione ed anche i colossi come Amazon: se i segnali di miglioramento della situazione sanitaria saranno confermati, la grande corsa agli acquisti super scontati potrà svolgersi il 4 dicembre e suonerà come avvio anche del periodo natalizio

Il “Black Friday” slitta al 4 dicembre? Attesa l’ufficializzazione

L’ufficializzazione dovrebbe giungere nelle prossime ore, ma pare che ormai siano tutti d’accordo.
Quest’anno il Black Friday, la grande e sensazionale svendita che ingenera una vera e propria corsa agli acquisti, originariamente prevista per il 27 novembre dovrebbe slittare al 4 dicembre.

Lo hanno chiesto, per primi, i piccoli commerci che sono alle prese con le restrizioni imposte dalla pandemia, si sono accodati i responsabili della grande distribuzione che avevano programmato il Black Friday dal 27 al 29 novembre.
Ora l’assenso è giunto anche da Frédéric Duval, direttore generale di Amazon France che ha comunicato che verranno sospese le super offerte e spostate al 4 dicembre.

Così, se i segnali di miglioramento della situazione sanitaria saranno confermati e le autorità governative autorizzeranno un abbassamento del livello di guardia, la grande corsa agli acquisti super scontati potrà svolgersi il 4 dicembre e suonerà come avvio anche del periodo natalizio.
E questa sarebbe, soprattutto sotto il profilo sanitario, una gran bella notizia.

Un po’ di storia, per comprendere le ragioni del “Black Friday” cioè del venerdì nero che rievoca, nella mente di chi ha qualche anno in più, ricordi per nulla piacevoli legati al tracollo della lira e a fatti di terrorismo. In questo caso non c’entrano nulla. Il “Black Friday” nasce negli anni sessanta negli Stati Uniti: è la giornata nella quale i commercianti, da sempre con i conti in rosso, decidono per una volta di passare ai “conti in nero” con offerte eccezionali che fanno crescere gli incassi.

Ora il “Black Friday” è sbarcato anche nel vecchio Continente e Nizza e la Costa Azzurra ne hanno subito approfittato. Vetrine dedicate alla giornata, grandi catene che per l’occasione lanciano iniziative quali concorsi o “cartes cadeaux”.

Tutto in previsione delle festività e soprattutto di avviare il volano della corsa agli acquisti. Che poi sia tutto oro quello che luccica, qualche dubbio le inchieste giornalistiche lo lasciano. Le offerte medie reali, nel settore dell’elettronica, pare si posizionino intorno all’8 per cento e che molti prodotti esposti in effetti non siano poi scontati.

Ma quello che conta è l’atmosfera e allora, passo dopo passo, la cultura europea lascia spazio a quella americana e, dopo Halloween ecco il “Black Friday”. Nemmeno lo sforzo di cercare un’altra definizione per questo “giorno della follia”.    



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium