/ Business

Business | 05 dicembre 2020, 09:00

Federico Lazzerini il consulente Marketing più famoso: "Sono partito da zero, senza una lira"

Partito da Forte Dei Marmi, ha creato i primi e-commerce e svariati Brand quando ancora non era una moda.

Federico Lazzerini il consulente Marketing più famoso: "Sono partito da zero, senza una lira"

Nativo di Forte Dei Marmi, ha creato i primi e-commerce e svariati Brand quando ancora non era una moda. «Niente è impossibile. Farcela non è una questione di soldi. I Key-Man sono più importanti dei capitali, sono loro che trasformano le idee in realtà.

Federico Lazzerini è uno tra i più importanti consulenti di Marketing e Digital in Italia - inserito nel 2020 nelle classifiche del gigante di economia “Forbes”,  Lazzerini gestisce la comunicazione online e le strategie di importanti Celebrity, nuove startup (pronte a conquistare il mondo) , ed e-commerce con più di un miliardo di visite l’anno sulle sue destinazioni digitali.

Partito da un luogo dove è più facile fare i bagnini che studiare comunicazione e digital, ha saputo unire due forze opposte, consulenza e Internet. Figlio di operai, Lazzerini si è creato da solo.

Federico Lazzerini cresce in Versilia, terra amica del nostro concittadino Flavio Briatore dove ha svariate case e il celebre Twiga di Forte Dei Marmi. 

Lazzerini Fin da ragazzino si dimostra diverso dagli altri. Determinato, ma pessimo a scuola («volevo essere il capellone che piaceva alle ragazze e amavo creare controversia»). Dopo il liceo, tutti i suoi amici si iscrivono all’università, lui si ritira dalla scena scolastica. 

Da quel giorno, la sua vita sarà all’insegna dell’intraprendenza. «Quando mi sono ritirato dalla scuola non avrei mai immaginato che poco più di 10 anni dopo avrei vissuto una grandiosa avventura imprenditoriale. Ma fin da bambino sapevo che volevo fare qualcosa di mio, di speciale. Oggi la mia vita si è mescolata completamente al mio lavoro, al punto che una cosa è diventata l’altra. Per questo mi sento un privilegiato: tutte le mattine quando mi sveglio ringrazio il cielo di inseguire i miei sogni, perché vado al lavoro con il sorriso sulle labbra, certo... ogni tanto con qualche mal di pancia, ma fa parte del gioco».

Da una cameretta a casa dei suoi genitore ad essere uno dei consulenti Marketing più potenti

Federico Lazzerini impara a muoversi, arrivano le prime chiamate dai big. Per spirito di sacrificio e amore del rischio, decide di collaborare con Marks & Spencer, rivenditore leader specializzato nella vendita di abbigliamento, prodotti per la casa e prodotti alimentari di lusso nel Regno Unito. «In quegli anni lavoravo anche 90 ore a settimana. Volevo imparare tutto quello che potevo e in fretta. «Confrontarmi con il mercato estero già nel 2015 è stata un’esperienza meravigliosa». 

Nel 2017 si trova ad un bivio, ma con solide basi in testa

«Avevo 26 anni, collaborazioni già buone e un ottimo stipendio, ma volevo creare qualcosa di mio e dare sfogo alla mia creatività. Ho abbandonato il progetto Marks & Spencer e mi sono buttato nella consulenza pura, dovevo rischiare e quello era il momento giusto». «Non avevo niente. Non avevo soldi, non avevo un cognome importante, non arrivavo dal mondo dei rapporti umani, delle conoscenze. In più dovevo vincere anche lo scetticismo generale cosa che combatto anche oggi».

E proprio oggi Federico Lazzerini è sull'ottima strada. Comincia a muovere i primi interessanti passi nella nostra Montecarlo, visti i collegamenti del mondo Yatch con la sua vicina Viareggio, e la strada da consulente marketing e startupper sembra veleggiare su importanti scenari futuri.

Ognuno deve trovare la sua strada

La storia di Federico Lazzerini è piena di insegnamenti. «Ma io non voglio essere un modello per nessuno, anche perché non sono nessuno. Sono solamente un sognatore che si è tolto qualche soddisfazione, il bello deve ancora venire».

 

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium