/ Altre notizie

Altre notizie | 12 gennaio 2021, 07:00

“Turisti, non venite a Nizza!”, Christian Estrosi sogna una città “Covid free”

Parte a Nizza una massiccia campagna di vaccinazione che dovrebbe consentire di immunizzare entro 6 settimane tutta la popolazione. Importante evitare nuovi focolai, per questo verranno adottate misure per limitare l’accesso dei turisti durante le vacanze di carnevale

Il Centro di Vaccinazione al Jardin Albert Ier

Il Centro di Vaccinazione al Jardin Albert Ier

La notizia la dà Christian Estrosi quasi con nonchalance proprio mentre inaugura il primo dei tre “vaccinodromi” dei quali si dota Nizza per vaccinare in tempi brevissimi tutta la popolazione: “Questa volta i turisti se ne stiano a casa”.
L’affermazione non è stata così brutale, ma il senso è proprio quello: in città si sta compiendo uno sforzo enorme che dovrebbe consentire, nel volgere di 6 settimane, di vaccinare l’interna popolazione metropolitana consenziente con una media di 50 mila vaccinazioni la settimana e non è il caso che, durante le vacanze scolastiche di carnevale, si riversino migliaia di persone provenienti dai quattro cantoni della Francia.

Così il Sindaco annuncia che entro domani saranno adottate misure specifiche per disincentivare l’affluenza dei turisti a febbraio.
Annuncerò entro 48 ore misure estremamente severe per impedire l'arrivo di persone che vorrebbero trascorrere qui le loro vacanze, ha dichiarato ai giornalisti Christian Estrosi, sarebbe un peccato se l’epidemia dovesse ripartire. Siamo una terra di accoglienza, ma l'interesse generale deve prevalere”.

Certo lo sforzo, a Nizza, è enorme: entro giovedì medici, infermieri, assistenti socio sanitari e vigili del fuoco di età superiore ai 50 anni dovrebbero essere vaccinati e da venerdì sarà la volta delle persone di età superiore ai 75 anni in grado di raggiungere i tre centri di vaccinazione (Jardin Albert Ier - Théâtre de Verdure, Palais Nikaia e Palais des Expositions), mentre le persone non autosufficienti saranno vaccinate a domicilio.

In queste ore stanno giungendo le prime 5mila dosi di Moderna e il Ministero della Salute ha assicurato rifornimenti in grado di garantire di raggiungere la popolazione senza alcuna soluzione di continuità.

Così già questa settimana 66 mila persone di età superiore ai 75 anni potrà ricevere la prima dose e, a partire da lunedì, si viaggerà al ritmo di 50mila vaccinazione ogni giorno: la città di Nizza conta poco più di 340mila abitanti (bambini compresi) e la Métropole poco più di 530mila. Calcolando che la vaccinazione raggiungerà solo le persone di età superiore ai 16 anni consenziente si calcola che entro 6 settimane tutta la popolazione della Métropole sarà vaccinata.

L’invito che viene avanzato in queste ore alle persone interessate, residenti in città e nel territorio metropolitano, è di registrarsi sulla piattaforma https://vaccincovid19.nice.fr/VC19/  o di farlo telefonando al numero 04 97 13 56 00: saranno poi avvertite sulla data e il luogo della vaccinazione.

Intanto la città turistica per eccellenza della Francia, per bocca del suo Sindaco, si rivolge ai potenziali turisti: “Questa volta statevene a casa”.
In effetti l’operazione è di quelle importanti, per la salute dei cittadini ed anche per creare una città Covid free in previsione delle vacanze pasquali e, soprattutto, della stagione estiva.

 



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium