/ Altre notizie

Altre notizie | 14 gennaio 2021, 07:00

Covid: Christian Estrosi vuole vietare, a febbraio, gli affitti stagionali e testare chi arriva con aereo e treno

Chiesto al Governo e al Prefetto di intervenire: “Se no procederò con un’ordinanza!”

Promenade des Anglais, foto di Ghjuvan Pasquale

Promenade des Anglais, foto di Ghjuvan Pasquale

Christian Estrosi si è rivolto direttamente al governo francese ed al Prefetto delle Alpi Marittime per ottenere una serie di provvedimenti che servano a rallentare l’afflusso dei turisti nel periodo invernale ed a renderlo, in ogni caso, controllato sotto il profilo sanitario.

La situazione sanitaria nel Dipartimento delle Alpi Marittime e di Nizza continua a preoccupare con il tasso di incidenza e quello di positività al Covid 19 che permangono più elevati rispetto a quelli della Francia intera.

Di qui la richiesta di misure da parte del governo nello spirito anche della reciprocità con quanto accade in altre nazioni.
In particolare è stato chiesto che gli arrivi all’aeroporto Nice Cote d’Azur ed alle stazioni ferroviarie sia soggetto alla presentazione di certificati negativi al test PCR.

Questo test dovrebbe essere esibito dai passeggeri provenienti da Paesi a rischio o da Nazioni nelle quali viene applicato il medesimo criterio.
Se il provvedimento appare facilmente applicabile all’aeroporto, dove già sostanzialmente è in vigore, sicuramente più macchinosa appare l’attuazione alle stazioni ferroviarie anche per l’elevato numero di treni che giungono da Ventimiglia e dal Principato di Monaco.

Altra richiesta, questa rivolta direttamente al Prefetto delle Alpi Marittime Bernard Gonzalez, da parte del Sindaco di Nizza di vietare, nel periodo invernale, gli affitti stagionali.

Si tratta di un provvedimento “irrinunciabile”: il sindaco di Nizza ha infatti comunicato che nel caso non dovesse essere sottoscritta un’ordinanza prefettizia, sarà lui stesso ad adottarne una valida per il territorio comunale.
Esplicita a tal proposito l’affermazione che prende lo spunto dagli sforzi che si stanno compiendo in città e nella Métropole per vaccinare la popolazione e quindi per mettere al sicuro le vacanze estive e quelle pasquali: “È attraverso l'accelerazione della vaccinazione in corso nella Métropole, ma anche con misure collettive che tengano conto dei fattori di aggravamento prodotti dall’ingresso e dall’uscita dal territorio, che possiamo uscire collettivamente da questa situazione”.

Intanto proprio ieri Christian Estrosi, a Talk du Figaro, ha confermato che continuerà a perseguire, attraverso la Police Municipale, quanti non portano la mascherina (obbligatoria su tutto il territorio municipale) perché si tratta di persone che “prendono rischi per se stessi, ma sono anche pericolose per gli altri”. La multa è di 135 euro.






Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium