/ Sport

Sport | 18 gennaio 2021, 10:00

“Teniamo viva la fiamma!”

I maestri di sci disegnano un grande cuore sulle piste di Auron, Isola 2000, La Colmiane, Valberg e Val d´Allos. Montagne splendidamente innevate, ma senza sciatori

Isola 2000 (Twitter)

Isola 2000 (Twitter)

Uno spettacolo al quale non si era abituati da tempo, che si è potuto godere grazie alle reti sociali che hanno “riversato” le immagini presto diventate virale ed alle webcam.

In tempo di pandemia occorre anche accontentarsi: i maestri di sci delle Alpi Marittime, di Auron, Isola 2000, La Colmiane, Valberg e Val d´Allos hanno acceso le torce per illuminare le piste, immacolate per la neve, ma prive di sciatori.

Un modo intelligente per ricordare la tristezza del momento, la crisi che sta colpendo duro anche l’economia della montagna, che costringe le attività a chiudere, lascia a casa tante persone, allontana il lavoro.

Hanno formato un cuore gigante che ha rischiarato la sera, un cuore che “profuma” di solidarietà, di speranza, ma anche che sottolinea l’ansia, la disperazione, le difficoltà di chi da un anno non può lavorare e vede le montagne innevate, immacolate, splendide, ma prive di persone.

In tanti hanno guardato, da casa, queste immagini, mentre giunge un’altra notte che qui è contraddistinta dal coprifuoco che cala, come una scure, alle 18 della sera chiudendo tutti nelle proprie abitazioni.










Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium