/ Altre notizie

Altre notizie | 21 gennaio 2021, 08:00

Covid: si appesantisce la situazione nel PACA, nelle Alpi Marittime e nel Principato di Monaco

Per fare posto in intensiva malati trasferiti da Nizza a Marsiglia? I bollettini settimanali. Una classe di scuola materna di Monaco chiusa dopo un caso di infezione

Covid: si appesantisce la situazione nel PACA, nelle Alpi Marittime e nel Principato di Monaco

Si aggrava la situazione: ieri il Prefetto di Nizza, Bernard Gonzalez, ha avuto un incontro con il delegato dell’ARS, Romain Alexandre. Oltre a fare il consueto punto sulla situazione, sempre più difficile, è stata constatata la necessità di creare nuovi posti di terapia intensiva negli ospedali delle Alpi Marittime.

Non è da escludere che, nelle prossime ore, malati meno gravi vengano trasferiti verso Marsiglia ed altri ospedali delle Bouches du Rhône.
Il Prefetto ha ammesso che “il quadro sanitario è preoccupante”.

Sempre nella giornata di ieri é stato emesso il primo bollettino settimanale del 2021 sullo stato dell’epidemia.

Nella settimana 01 (dal 4 al 10 gennaio 2021), gli indicatori epidemiologici per il monitoraggio dell'epidemia di COVID-19 hanno mostrato un aumento della circolazione di SARS-CoV-2 ad un livello elevato in Francia, a seguito delle riunioni di persone di fine del anno. Inoltre, l'emergere di varianti potrebbe portare ad un'accelerazione dell'epidemia e richiede una maggiore vigilanza e un rafforzamento del rispetto delle misure di isolamento in caso di sintomi o casi di COVID-19 nell'entourage.

A livello nazionale, il tasso di incidenza é in aumento (+ 30% rispetto alla settimana 53). Il numero di casi confermati è aumentato in tutte le fasce d'età e in modo più marcato tra gli 0-19 anni (+ 46%). Il tasso di positività (6,5%) ha continuato ad aumentare rispetto a quello della settimana precedente (+1,1 punti). Il maggiore aumento del numero di casi rispetto al numero di persone testate è a favore di un reale aumento della circolazione del virus tra le settimane 53 e 01.

Sono in aumento diversi indicatori di tracciamento dei contatti, che riflettono l'impatto delle festività natalizie, che potrebbe portare ad un aumento del numero di casi nei prossimi giorni.

In Francia sono stati segnalati diversi casi di infezione con la variante emergente di SARS-CoV-2. Sono attualmente in corso azioni per valutare e monitorare meglio la distribuzione nazionale di queste varianti emergenti. I risultati preliminari del sondaggio condotto sui test RT-PCR positivi per SARS-CoV-2 hanno mostrato che i casi di COVID-19 legati alla variante VOC 202012/01 potrebbero rappresentare dall'1 al 2% casi attualmente identificati in Francia.

Ad oggi non ci sono evidenze a favore di una maggiore gravità dei casi indotti da questa variante. Tuttavia, differisce dai virus circolanti per una maggiore capacità di diffusione.

Le misure di prevenzione e allontanamento rimangono i mezzi principali per frenare la circolazione del virus SARS-CoV-2 e ridurne l'impatto sul sistema sanitario e sulla mortalità. L'adesione a queste misure è tanto più essenziale nel contesto dell'individuazione di varianti emergenti, con maggiore contagiosità rispetto alle varianti attualmente in maggioranza.

Per quanto concerne la Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur, il bollettino emesso sempre ieri dall’ARS-PACA indica che sul piano regionale la situazione epidemica “è peggiore di quella nazionale”, il tasso di positività raggiunge infatti il 7,6% contro il 6,7% della Francia.
In aumento anche le ospedalizzazioni (+ 197 in una settimana), i ricoveri in rianimazione (+ 11 in stato critico e +33 in cura).

Relativamente al Dipartimento delle Alpi Marittime il bollettino settimanale segnala una crescita nelle ospedalizzazioni che sono 289 (+ 14), mentre la percentuale di occupazione dei letti in rianimazione è del 95,7% e i decessi in ospedale hanno raggiunto i 733 (+6).

Difficile anche la situazione nel Principato di Monaco.
Nella giornata di ieri, mercoledì 20 gennaio, sono stati rilevati ventidue nuovi casi positivi per Covid-19. Il numero totale dei positivi é quindi di 1.262 persone colpite dal coronavirus dall'inizio della crisi sanitaria.

Quarantadue persone sono ricoverate in ospedale di cui undici persone in terapia intensiva.
Nella giornata di ieri un allievo della scuola materna di Fontvieille è risultato positivo al Covid-19, la classe è stata chiusa fino al 24 gennaio.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium