/ Altre notizie

Altre notizie | 24 gennaio 2021, 07:00

Covid, confinamento o anziani chiusi in casa? Ipotesi allo studio in una Francia alle prese con la terza ondata

Tra mercoledì e giovedì il governo farà conoscere le nuove misure che, in ogni caso, saranno particolarmente severe. Fanno paura le vacanze di febbraio

Covid, confinamento o anziani chiusi in casa? Ipotesi allo studio in una Francia alle prese con la terza ondata

Gli occhi sono puntati sul Presidente della Repubblica, Emmanuel Macron e sul primo Ministro Jean Castex che, tra mercoledì e giovedì, dovrebbero apparire in televisione per annunciare cosa succederà in Francia nel prossimo mese di febbraio.

La pandemia sta dilagando e le diverse varianti di Covid 19 stanno nuovamente riempiendo gli ospedali già duramente provati dalla seconda ondata.
L’effetto combinato di nuove infezioni e degli effetti del periodo natalizio impattano sul mese di febbraio che in Francia è dedicato alle lunghe vacanze invernali che coincidono col carnevale.

Vacanze “importanti” con scuole chiuse e tantissima gente in giro.
Quest’anno le manifestazioni di carnevale non vi saranno, ma le vacanze sì e questo accresce i timori soprattutto negli ambienti sanitari.
Si profilano così tre scenari che, con ogni probabilità, a metà settimana saranno oggetto delle riflessioni del Conseil de Défense e poi delle decisioni governative.

Confinamento generalizzato
E’ la soluzione più probabile. L’intero Paese verrebbe posto in stato di confinamento come nella primavera del 2020. Pare la soluzione preferita dal Presidente della repubblica il quale non è d’accordo sulla formula “italiana” della regionalizzazione del confinamento anche perché è contrario ad una Francia a due velocità.

Confinamento affievolito
L’ipotesi affievolita è quella di mantenere il coprifuoco tutte le sere a partire dalle 18 e di imporre il confinamento generalizzato il sabato e nelle giornate festive. Non è scartata l’ipotesi che queste misure possano essere ampliate allungando le vacanze scolastiche che ora sono di 15 giorni, ma che potrebbero durare di più proprio per consentire di rendere più lungo nel tempo il confinamento.

Confinamento solo per le persone più anziane o più a rischio
Altra ipotesi che sui affaccia è quella ipotizzata da Odile Launay, infettivologa e componente della commissione centrale per le vaccinazioni, che ha dichiarato ad una rete televisiva che è allo studio la possibilità di imporre il coprifuoco alle persone anziane ed a quelle che presentano patologie particolarmente sensibili al Covid 19.
Sarebbe una misura correlata con la campagna di vaccinazione in atto proprio nei confronti delle persone più anziane o malate. Una modo per preservarle prima della vaccinazione e di non “chiudere” tutto il paese.
Su questa ipotesi, dopo la diffusione dell’intervista ad Odile Launay, è intervenuto il portavoce del governo, Gabriel Attal, che non ha smentito, ma si è limitato ad affermare che “la décision n’a pas été prise”.

Appuntamento tra mercoledì 27 e giovedì 28 gennaio 2021 per saperne di più…



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium