/ Ambiente

Ambiente | 12 febbraio 2021, 08:00

Nizza, le #e-vélobleus hanno spento la loro prima candelina

Sono 285 ed hanno riscosso un grosso successo: possono raggiungere la velocità di 25 km orari, assicurano un’autonomia di 60 chilometri e sono dotati di un punto di ricarica USB per lo smartphone, il che non guasta

Nizza, le #e-vélobleus hanno spento la loro prima candelina

Hanno spento la prima candelina, ma già dimostrano una forte personalità e, soprattutto, tantissimi amici.
Dallo scorso febbraio la flotta delle 285 biciclette elettriche, gli e-vélobleus, è in libero servizio a Nizza, Cagnes e Saint Lauren du Var.

L’inizio non è stato facile, qualche problema con la tenuta delle batterie e soprattutto la necessità, da parte degli utilizzatori, d’impratichirsi, ma ora il risultato è sotto gli occhi di tutti.

Soprattutto in tempi di pandemia, quando salire sui mezzi del trasporto pubblico incute timore, poter utilizzare un mezzo di trasporto che, in pochi minuti, utilizzando la rete delle piste ciclabili, consente di raggiunge i punti della città anche meno comodi, come quelli collinari, è davvero importante.

Possono raggiungere la velocità di 25 km orari, assicurano un’autonomia di 60 chilometri e sono dotati di un punto di ricarica USB per lo smartphone, il che non guasta.

L’utilizzo costa poco: l’abbonamento annuo costa 40 euro (10 per chi già è in possesso di quello delle biciclette blu “normali”), ma è gratuito per studenti e apprendisti e tutti coloro che hanno meno di 25 anni di età, poi, per utilizzarlo, sapendo che la prima mezz’ora è sempre gratis, il costo è di 1,50 euro ogni 30 minuti.

Per utilizzi sporadici, invece, 3 euro ogni giorno l’iscrizione (sempre esclusi studenti, apprendisti e giovani sotto i 25 anni) e 1,50 euro ogni 30 minuti, sempre con gratuità per la prima mezz’ora.

La comodità deriva anche dal fatto che la bicicletta elettrica può essere restituita in qualunque punto del suo perimetro di utilizzo (la mappa è inserita al fondo di questo articolo) e che i punti di conferimento e di ritiro sono veramente tanti.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium