/ Fashion

Fashion | 12 febbraio 2021, 10:00

Saint Paul de Vence: nuove tecnologie a supporto del turismo e collaborazione con il comune di Ceresole d’Alba

Nuove segnaletiche informative, una cartina con informazioni in tre lingue e visite guidate virtuali. Quando il futuro incontra la storia

Saint Paul de Vence, fotografia di Danilo Radaelli

Saint Paul de Vence, fotografia di Danilo Radaelli

Il programma europeo di cooperazione transfrontaliera Interreg Alcotra ha permesso di finanziare un progetto su larga scala tra i comuni di Saint Paul de Vence e Ceresole d´Alba (Cuneo) legati dallo stesso patrimonio storico: la battaglia di Ceresole.
Il progetto è denominato “SuCCeS”, “Sur les Chemins de Ceresole e de Saint-Paul de Vence” e si propone di creare nuovi itinerari per valorizzare il patrimonio culturale promuovendo un turismo transfrontaliero esteso e sostenibile tra i due comuni.

La Battaglia di Ceresole
L’11 aprile 1544, la battaglia di Ceresole oppose le truppe del re di Francia Francesco I, condotte dal duca d’Enghien, a quelle di Carlo V. Si concluse con una vittoria dei francesi. Le tensioni tra Carlo V e Francesco I si allentarono con la firma della pace di Crépy nel settembre 1544 e del trattato di Cagnes nel novembre 1544, che costrinsero Francesco I a rinunciare definitivamente alla contea di Nizza. Il trattato ristabilì il fiume Var nel suo ruolo di confine.  La posizione strategica della città e il suo ruolo di capoluogo a partire dal 1543 convinsero Francesco I di fare di Saint-Paul de Vence una piazzaforte in grado di opporsi alla potente cittadella di Nizza.



SuCCeS offre al pubblico una nuova ed arricchita esperienza attraverso visite guidate virtuali e connesse basate sulle nuove tecnologie (chip NFC: Near Field Communication) con una segnaletica turistica e del patrimonio disponibile in tre lingue e strumenti educativi.

La cartina turistica dei due comuni è inserita al fondo di questo articolo.
A Saint-Paul de Vence, queste infrastrutture sono state dispiegate sul sentiero ai piedi dei bastioni, totalmente riqualificati.

Partendo da Place de la Courtine fino alla Porta Sud, il nuovo percorso porta il nome del sindaco della Terza Repubblica che salvò i bastioni da una demolizione pianificata nell'ambito della smilitarizzazione del paese nel 1873. "Il sentiero Henri Layet" è un percorso panoramico tutto da scoprire.

Qualche settimana fa, il comune di Saint Paul de Vence ha posato una nuova segnaletica del patrimonio in tutto il villaggio. Si tratta di 30 pannelli destinati a mettere in luce i luoghi di maggior richiamo del piccolo patrimonio storico: anche in questo caso col supporto delle nuove tecnologie.

Al fondo di questo articolo le modalità di attivazione pratica del dispositivo sul proprio smartphone.






Files:
 Saint Paul de Vence e Ceresole  (4.9 MB)
 Saint Paul de Vence nuove tecnologie (105 kB)

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium