/ Ambiente

Ambiente | 19 febbraio 2021, 19:00

La Penne, a pochi chilometri da Nizza un esperimento di “permacultura”

Un metodo di coltivazione che, seguendo principi e strategie ecologiche, permette di progettare insediamenti agricoli in grado di mantenersi autonomamente e di rinnovarsi con un basso impiego di energia

La Penne, a pochi chilometri da Nizza un esperimento di “permacultura”

Rispettare la natura, non violentarla, fare dell’ambiente l’unico signore e l’unica guida, sono le basi sulle quali poggia la permacultura, un metodo di coltivazione che, seguendo principi e strategie ecologiche, permette di progettare insediamenti agricoli simili agli ecosistemi naturali e quindi in grado di mantenersi autonomamente e di rinnovarsi con un basso impiego di energia.

Su 9 ettari di terreno, ad un’ora di automobile da Nizza, nel villaggio dell’arrière pays di La Penne sorgerà un’azienda agricola, che sarà chiamata “la Plume”, che si fonderà proprio sui principi della permacultura.

Il termine originario di permacoltura è stato modificato in permacultura per sottolineare il concetto di cultura e gli aspetti che riguardano la società umana e le sue connessioni con la natura.

Dopo esperimenti in Italia, Austria e nel Nord della Francia, un insediamento verrà aperto non lontano da Nizza.

Fervono i lavori per realizzare dei piccoli stagni che serviranno per raccogliere le acque da utilizzare per l’irrigazione: sarà la natura ad offrire supporto e materie prime.

All’interno della tenuta anche un castello nel quale troveranno posto 17 camere, cucina e sale riunioni così da consentire una piena immersione nella “natura totale”.

A La Plume verranno organizzati seminari e gli ospiti, nel tempo libero, potranno partecipare alla vita della fattoria in un rapporto totalizzante con la natura.
E’ previsto anche uno stretto rapporto con gli abitanti del villaggio di La Penne e l’organizzazione di iniziative in grado di coinvolgerne gli abitanti.   




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium