/ Ambiente

Ambiente | 08 marzo 2021, 18:00

Costa Azzurra: alla scoperta del territorio. Valle della Vésubie (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Danilo Radaelli

Valle della Vésubie, marzo 2021, fotografie di Danilo Radaelli

Valle della Vésubie, marzo 2021, fotografie di Danilo Radaelli

Dal 30 settembre al 3 ottobre 2020, un fenomeno meteorologico di inaudita potenza si abbatté sul Sud Est francese, colpendo soprattutto 3 vallate del Dipartimento delle Alpi Marittime. Si tratta delle valli Vésubie, Tinée e Roya.

Il nostro Danilo Radaelli, in sella alla propria bicicletta, si è addentrato, per la prima volta dopo i tragici eventi che causarono morti oltre che immensi danni, sulle rive della Vésubie.

 

Ora il torrente pare calmo e placido, le sue acque azzurrine anticipano la primavera, ma si scorgono ancora i danni causati dalla piena e si possono anche vedere i risultati degli interventi che sono in corso per riportare alla normalità la zona.

Qualche informazione sulla vallata con l’aiuto del web.

 

Quella della Vésubie è una valle ripida, percorsa da un torrente che ha fretta di raggiungere il Var lasciandosi alle spalle le cime più alte delle Alpes Maritimes scavando nella sua corsa verso sud gole vertiginose.

A monte del paese medievale di Saint-Martin-Vésubie, il torrente si biforca: chi parte alla ricerca delle sorgenti della Vésubie trova il Santuario di Madonna di Finestra, chi segue il corso del torrente Boréon arriva dritto al centro faunistico “Alpha”, alla scoperta del lupo.

 

Consacrata al turismo verde e all'escursionismo lungo tutto l'anno, la Vésubie è una prima delle valli alpine meridionali scoperte dai turisti provenienti dalla Costa Azzurra.

Alpinisti, naturalisti, cacciatori e semplici amanti dell'aria buona e dei bei paesaggi frequentavano la “Svizzera di Nizza” già nell'Ottocento: chi per scalarne le ultime vette inviolate, chi per studiarne le peculiarità botaniche, geologiche e faunistiche, chi per procurarsi carne e trofei, chi infine, per immergersi in una splendida cornice alpina a 50 km dal mare.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium