Altre notizie - 04 aprile 2021, 07:00

Buona Pasqua, dai suoi luoghi simbolo di quest’anno

Manca lo spirito, manca l’atmosfera, manca l’ambiente. Forse solo in alcuni posti si può trovare la Pasqua, la si tocca con mano: a Nizza all’Acropolis e al Theatre de Verdure dove si continua a vaccinare

Le file davanti all'Acropolis a Nizza, la sorpresa nell'uovo di Pasqua quest'anno si chiama vaccino! Fotografia di Ghjuvan Pasquale

Le file davanti all'Acropolis a Nizza, la sorpresa nell'uovo di Pasqua quest'anno si chiama vaccino! Fotografia di Ghjuvan Pasquale

Per il secondo anno consecutivo la Costa Azzurra vive una Pasqua che non presenta i soliti colori, i medesimi sapori, i consueti suoni.
Non mancano gli ingredienti: la gente, il mare, le montagne che fanno da contorno, i tanti parchi naturali.

Manca lo spirito, la voglia di fare festa, di salutare la primavera con la ricorrenza più sacra in un mese che é importante per le tre grandi religioni monoteistiche: cristiana, islamica ed ebraica.

Lo scorso anno trascorremmo una Pasqua blindata, con la gente chiusa in casa, i riti religiosi trasmessi attraverso le reti sociali, la paura che si confondeva con l’aria che si respirava.

Quest’anno ci confrontiamo con una situazione che sta mutando, ma che nei numeri è ancora drammatica.
Gli ospedali sono alla saturazione, il numero dei deceduti non accenna a diminuire, i divieti si assommano, le scuole hanno dovuto alzare bandiera bianca: la Francia resiste, ma la situazione è difficile per non dire drammatica.

Certo vi è il vaccino, ma le inoculazioni non sono così spedite come si sarebbe sperato: le strutture logistiche ci sono, le amministrazioni locali hanno fatto di tutto e di più, non si può dire che chi amministra le località della Costa Azzurra non si sia sbattuto, non abbia cercato soluzioni per alleviare il dramma e la paura che si vivono nelle case.

La bella stagione si avvicina, ogni giorno qualcuno in più è immunizzato, ma “questa” Pasqua è ancora troppo simile a “quell’altra”.
Certo nei negozi le uova di Pasqua si sprecano e nelle pasticcerie tanti dolci fanno mostra di sé, ma non basta.

Manca lo spirito, manca l’atmosfera, manca l’ambiente.
Forse solo in alcuni posti la si può trovare, la si tocca con mano: a Nizza all’Acropolis e al Theatre de Verdure dove si continua a vaccinare.
In quei luoghi s’infonde la speranza, s’inocula la certezza: sono i luoghi della Pasqua di quest’anno.

A loro dedichiamo la fotografia a corredo di questo articolo: vale più di tante uova, di tanti dolci.
E’ lì che si cerca di costruire la Pasqua del 2022 alla quale guardiamo con la speranza di poterla trascorrere…come una volta!
    



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU