Altre notizie - 07 aprile 2021, 19:00

Territori di montagna, arrivano i vaccinobus

Sono stati messi a disposizione, uno per dipartimento, dalla Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur. Vaccinano fino a 36 persone ogni giorno inerpicandosi lungo le strade di montagna e raggiungendo chi non può recarsi nei centri di inoculazione o nelle farmacie dei villaggi

Il Vaccinobus

Il Vaccinobus

Li hanno battezzati “vaccinobus”: è stata la Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur a dotarsi di questi mezzi di trasporto, adatti per le vaccinazioni, che percorrono le strade di montagna della Regione e vaccinano le persone che, per distanza, età o stato di salute, non sono in grado di raggiungere i centri di inoculazione del sieri anti Covid nelle località normalmente poste al centro delle vallate.

 

 

La Regione ha dotato ogni area dipartimentale di un “vaccinobus” in grado di vaccinare fino a 36 persone ogni giorno, percorrendo strade a volte anche molto strette ed inerpicandosi lungo le montagne.

A bordo il personale necessario: medico, infermiere, amministrativo che provvedono a somministrare la dose dopo aver compiuto il necessario screening sul paziente.

Il personale a bordo del bus parte per una “spedizione” nelle “zone alte” che dura una settimana, procedendo alle vaccinazioni ed integrandosi con altre strutture in loco che già provvedono alla medesima missione, a partire dalla farmacie.

Sono i comuni ad individuare le persone che necessitano di ricevere a casa la visita dei vaccinatori, tutte persone di età tra i 65 e i 69 anni sofferenti di patologie e anziani di età superiore e poi è il vaccinobus a compiere la propria missione.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU