/ Politica

Politica | 13 maggio 2021, 07:00

Ad un mese dalle elezioni regionali i sondaggi sono concordi: si complica la situazione in Provence-Alpes-Côte d'Azur

La Regione potrebbe passare di mano. L’estrema destra del Rassemblement National è in testa nei sondaggi anche nel turno di ballottaggio.

La sede del Consiglio Regionale del PACA

La sede del Consiglio Regionale del PACA

Primi sondaggi in vista delle elezioni che si terranno nel prossimo mese di giugno nella Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur per il rinnovo del Consiglio.

Per la prima volta la lista del Rassemblement National, che ha quale capolista Thierry Mariani, un ex Républicain ora aderente al partito di Marine Le Pen, è data dai sondaggi in testa non solo al primo turno, ma anche, sia pure di un soffio, al ballottaggio.

Le rotture in seno all’area di centro destra, le uscite dal partito dei Républicains e le bordate di insulti che hanno preceduto l’addio dei sindaci di Tolone e Nizza, stanno lasciando il segno.

Il Presidente uscente, Renaud Muselier, è accreditato di un 27% (rispetto al 36% del rivale dell’estrema destra), mentre al terzo posto si assesterebbe la lista di sinistra frutto dell’accordo tra verdi, comunisti e socialisti accreditata del 13%.

Al ballottaggio, secondo il sondaggio condotto da Ifop per LCI e Le Figaro, Mariani (RN) otterrebbe il 41% dei voti e Muselier il 39%, un ruolo determinante lo giocherebbe dunque la lista di sinistra, condotta da Jean-Laurent Félizia: alle passate elezioni, la lista guidata allora da Christian Estrosi, che poi venne eletto alla presidenza della regione, ottenne la desistenza della sinistra al secondo turno.

In ogni caso la situazione si presenta complessa e la possibilità che la Regione PACA passi di mano sono concrete.  



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium