/ Ambiente

Ambiente | 29 maggio 2021, 19:00

Attenzione ai pollini: il bollettino settimanale

Il rischio di allergia varierà tra il livello medio e il livello molto alto a seconda delle regioni. L'inizio di giugno si preannuncia molto complicato per chi è allergico al polline delle graminacee, con concentrazioni polliniche e rischi allergici che rimarranno molto elevati. Solo i rari acquazzoni potranno dare un po' di tregua alle persone allergiche

Promenade du Paillon, Nizza

Promenade du Paillon, Nizza

Peggiora il rischio di allergie: il bollettino settimanale emesso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.) che si basa sui siti di rilevazione, sulle segnalazioni dei medici sentinella e sulle previsioni meteo è più esplicito che mai.

Questo il testo integrale
“Mazzi di graminacee per la festa della mamma!
Domenica 30 maggio, in Francia, è la festa della mamma, l'occasione per offrire regali e fiori alle nostre mamme, ma attenzione a non offrire mazzi d'erba perché le concentrazioni di polline saranno alte. Gli allergici al polline delle graminacee saranno penalizzati nei prossimi giorni da condizioni di alta pressione e dal clima più caldo che favoriranno l'emissione e la dispersione del polline in tutto il Paese.

Il rischio di allergia varierà tra il livello medio e il livello molto alto a seconda delle regioni. L'inizio di giugno si preannuncia molto complicato per chi è allergico al polline delle graminacee, con concentrazioni polliniche e rischi allergici che rimarranno molto elevati. Solo i rari acquazzoni potranno dare un po' di tregua alle persone allergiche.

I pollini di quercia stanno raggiungendo la fine della fioritura e stanno diminuendo ovunque tranne che intorno al Mediterraneo dove il rischio di allergia può ancora raggiungere il livello medio. Sulla sponda mediterranea è importante anche diffidare del polline di olivo e parietario (urticaceae) che sarà responsabile di un rischio allergico da basso a localmente medio.

Saranno presenti anche pollini di acetosa e piantaggine su tutto il territorio a basso rischio di allergie.

In alcune regioni, una polvere gialla può ricoprire superfici esterne come auto, marciapiedi, balconi... Si tratta di pollini di pinaceae (pino, abete, abete rosso) che sono in fiore, ma non sono allergenici!

La stagione dei pollini delle graminacee è in pieno svolgimento e chi soffre di allergie deve prepararsi a giornate complicate e deve limitare la propria esposizione ai pollini e seguire i propri trattamenti. Tanti auguri a tutte le mamme e in bocca al lupo a tutte le persone allergiche!”.

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de Surveillance Aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Graminacee, Rischio moderato
  • Ulivo rischio moderato
  • Quercia Rischio moderato
  • Parietaria officinalis (muraiola o erba vetriola) Rischio moderato
  • Piantaggine, rischio basso




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium